Dr Commodore
LIVE

God of War (PC), la recensione: la master race si inchina a Playstation? O è il contrario?

Lo abbiamo desiderato, lo abbiamo voluto, e dopo 4 anni finalmente lo abbiamo ottenuto. God of War (2018) arriva su PC Windows con uno scarto di ben 4 anni, ma con una serie di feature gradite e agognate come il Fidelity FX e il DLSS, ma anche frame rate sbloccato e supporto ai monitor Ultra-wide, ma andiamo a scoprire assieme come Sony Interactive ha amalgamato queste novità all’interno del titolo.

God of Wararriva su PC ma non ha bisogno di presentazioni

In “God of War” riprenderemo la storia dopo molti anni dalla fine del 3° capitolo ritroveremo un Kratos invecchiato, segnato dal tempo e dalle proprie battaglie, sia mentalmente che fisicamente, e che finalmente però è riuscito a mettere da parte il suo odio e il suo rancore per rifarsi una vita e creare una famiglia in una terra molto lontana da casa sua.

Ci troviamo in un posto nuovo, indicato dal gioco come Midgard (che nel gioco corrisponde a quella che attualmente è la Scandinavia) assieme a nostro figlio, Atreus, impegnati a raccogliere degli alberi per la pira della nostra defunta moglie. Non abbiamo quasi neanche il tempo di terminare il funerale però, che veniamo attaccati da un misterioso uomo molto potente, che sembra conoscerci e pare molto infastidito dalla nostra presenza.

god of war pc recensione

Ovviamente non staremo qui a raccontarvi per filo e per segno la trama di God of War, perchè va giocata con MOLTA attenzione, e anche scene apparentemente inutili si riveleranno cruciali nel complesso del gioco. Vi diremo solo che la trama è una delle più avvincenti della scorsa generazione di console, se non di sempre, con colpi di scena sempre ben piazzati e una narrazione magistrale, che vi farà completare il gioco in circa 30/35 ore, ma vi sembrerà di averne giocate 10.

L’unica pecca che possiamo appuntare alla progressione del gioco è che le bossfight in senso stretto sono davvero poche (sicuramente il grosso arriverà con God of War Ragnarok) mentre i miniboss sono così tanti da sembrare nemici “normali” alla fine dei conti.

Non serve un PC da Dio, per essere il Dio della Guerra

Sony Interactive Entertainment dopo lo scivolone preso con Horizon Zero Dawn e i suoi caricamenti infiniti ha imparato dai suoi errori, e ci ha portato su PC prima un Days Gone fantasticamente ottimizzato, e ora un lavoro magistrale anche per God of War. Non solo i requisiti minimi fanno richiesta di schede video di 8 anni fa (che sia segno che Sony avesse già pensato ad un arrivo su PC all’epoca? ndr.), ma sono state aggiunte delle chicche che non potrete fare a meno di amare.

La configurazione di prova è la solita (i5-4670k, Radeon R9 390 8G, 16GB di RAM, SSD Samsung 870QVO) e grazie all’ AMD Fidelity FX Super resolution, che a differenza della controparte NVIDIA può essere utilizzato anche su alcune schede precedenti all’era RTX, siamo riusciti a raggiungere i 60FPS fissi con dettagli massimi in modalità performance, e i 30 FPS fissi al massimo della qualità.

Il funzionamento di AMD Fidelity FX Super Resolution è simile al DLSS di Nvidia, cioè utilizza degli avveniristici algoritmi di compressione e supersampling per poter partire da una risoluzione di rendering minore e upscalarla di seguito alla risoluzione del nostro monitor, permettendo così ai componenti di lavorare meno e più velocemente, con una perdita di qualità che è quasi pari a zero.

I momenti in cui la differenza di qualità si vede sono relegati esclusivamente a quando facciamo screenshot con programmi esterni durante momenti particolarmente dinamici, dove come potete vedere dall’immagine in alto si notano alcuni artefatti sui contorni dei poligoni, ma possiamo assicurarvi che in game la visualizzazione è cristallina come uno specchio d’acqua.

Oltre al Fidelity FX, Sony Santa Monica ha avuto premura di sbloccare il framerate del gioco per i giocatori PC, dando la possibilità, a chi possiede un PC davvero molto performante, di godere della qualità di God of War su monitor e tv a 120hz o addirittura a refresh rate superiori.

In più finalmente sarà possibile aumentare il nostro campo visivo con l’utilizzo di un monitor in 21:9, c’è infatti la possibilità per gli utilizzatori di tale supporto di sfruttare al massimo ogni centimetro di visuale, dando spazio a effetti e panorami difficilmente eguagliabili su altri display.

Ultimo ma non ultimo punto riferito alla grafica, il fatto che data la maggior scalabilità dei giochi su PC rispetto alle console sarà possibile ottenere ombre a risoluzione più elevata, SSR migliorata e addirittura la possibilità di aggiungere filtri GTAO ed SSDO

Al contrario di quanto si dica in giro, questo è un VERO God of War

Il Gameplay di God of War è sempre stato oggetto di polemica da parte dei giocatori, fra chi lo vede snaturato rispetto ai capitoli precedenti, e chi è rimasto folgorato dalla telecamera a spalla che ha fatto la sua comparsa in praticamente tutte le esclusive Sony della generazione appena passata. Noi possiamo dirvi che un action con queste meccaniche e questa fluidità in combattimento si è visto pochissime volte, non intendiamo a livello di quantità di frame per secondo, bensì nella possibilità di creare combo e concatenare attacchi, parate e colpi speciali come pochi altri titoli riescono a fare, non solo parlando dell’8° Gen.

Il combattimento è frenetico, rapido, prone alle combo e allo sfruttare le nostre armi in tutti i modi possibili per dare vita a spettacolari battaglie fra i nostri due eroi e i nemici del gioco. Ciò però non deve spaventarvi, infatti la difficoltà di God of War è molto scalabile ed adattabile a tutti i tipi di giocatori, che voi siate dei tipi da “Smokin’ Sexy Style!! o dei combattenti più ponderati, il gioco si adatterà alle vostre movenze come fosse cucito addosso al vostro stile di gioco.

Oltre alla guerra, per la prima volta ci troviamo davanti ad un mondo aperto ed esplorabile completamente, con molti segreti da scoprire, collezionabili da raccogliere e mini-boss da sconfiggere, che porteranno la longevità e la rigiocabilità del gioco a ben oltre le 30/35 ore richieste per completare la storia principale.

Grazie Sony, ma ora non puoi più lasciarci a bocca asciutta

Si, esatto, grazie Sony per aver portato (seppur con 4 anni di ritardo) God of War su PC, assieme ad alcuni dei titoli esclusivi più importanti della scorsa gen come Days Gone, e Horizon Zero Dawn, ma ora non è più il caso di farci soffrire facendoci aspettare svariati anni per i titoli del catalogo Playstation.

Certo, l’esclusività gioca un ruolo importante nella strategia di marketing di Playstation, ma crediamo che i tempi siano finalmente maturi per iniziare ad investire su questa piattaforma, portando non solo più guadagno per l’azienda (data la mole di giocatori che acquisteranno i titoli su Computer) ma anche più libertà di scelta ai giocatori, che potranno apprezzare un capolavoro come God of War anche sul proprio computer di casa, com’è che dicevate? #fortheplayers? questa si che sarebbe una scelta di mercato fatta per i giocatori.

In breve God of War ci ha colpito per la qualità con cui è stato infiocchettato e pubblicato su PC, nonostante stiamo parlando di un titolo di 4 anni fa non si nota assolutamente alcun invecchiamento, e non possiamo fare altro che dirvi: Giocatelo, e se lo avete già giocato, e possedete un PC performante rigiocatelo con la nuova e migliorata grafica, di certo non ve ne pentirete.

God of War

Trama - 9
Tecnica - 9.5
Gameplay - 9

9.2

/10

"God of War" è il 4° capitolo della serie principale della saga, disponibile per PS4 dal 20 aprile 2018 e per PS5 dal lancio è finalmente arrivato su PC con una veste grafica rinfrescata e tutto il suo carattere. In poche parole: non potete perdervelo

User Rating: Be the first one !

Articoli correlati

Gennaro Lazzizzera

Gennaro Lazzizzera

Nato (quasi) con la prima xbox in mano. il mio primo videogame è stato The Getaway per PS2 ed è stato letteralmente amore a prima vista (mai vista una alfa romeo in un videogioco prima di allora). Appassionato di videogiochi ma anche di Informatica, Tecnologia e Meccanica

Condividi