Dr Commodore
LIVE

Marte, al via una nuova simulazione della vita sul pianeta

Negli ultimi anni si parla spesso di andare su Marte, ma per farlo gli esperti devono prima avere dei dati concreti per affrontare quest’ambiziosa missione. Per farlo è stata avviata la prima simulazione si una colonia marziana.

La missione AMADEE-20 ha infatti l’obiettivo di verificare come vivrebbero gli astronauti sul suolo del pianeta rosso, cercando anche di risolvere i ari problemi che potrebbero sorgere durante l loro permanenza. I sei astronauti partecipanti (cinque uomini e una donna) alla simulazione vivranno per un mese in un finto hub marziano costruito presso il cratere Ramon in Israele.

I partecipanti avranno una lunghissima lista di esperimenti da eseguire, oltre a dei ritardi di una decina di minuti sulle comunicazioni. Fuori dall’hub si troverà un rover autonomo e a un drone.

Dietro la missione non ci sono la NASA o l’ESA ma l’Austrian Space Forum, un’organizzazione indipendente che studia gli aspetti pratici delle futura colonizzazione di Marte. Gli scienziati dell’organizzazione monitoreranno il tutto dall’Austria per capire quali potrebbero essere gli ostacoli della vita sul pianeta rosso mentre si è ancora sulla Terra, in modo da pensare a delle contromisure efficaci prima che le persone possano davvero mettere piede su pianeta rosso.

Marye

AMADEE-20 non è la prima missione del suo genere, ma è sicuramente una delle più ambiziose. La corsa su Marte, però, ha altri contendenti principali: la già citata NASA e la compagnia privata SpaceX di Elon Musk. L’agenzia spaziale americana aveva ordini presidenziali per sbarcare sul pianeta entro il 2033, e si sta concentrando anch’essa sui problemi abitativi della possibile colonia, oltre a trovare un modo per creare mattoni usando il suolo marziano.

La NASA quest’anno ha iniziato una nuova missione di esplorazione del pianeta rosso chiamata Mars 2020, iniziata con l’arrivo del rover Perseverance sul suolo marziano los orso febbraio. Oltre al rover è stato mandato anche un piccolo elicottero. La missione è volta ad indagare il passato del pianeta e a trovare forme di vita biologiche.

Pure l’ESA ha l’obiettivo di mandare umani su Marte tra il 2030 e il 2033, anche se per il momento si sta concentrando più che altro sull’invio di alcune sonde. L’agenzia spaziale russa Roscosmos prevede invece di mandare umani su Marrte entro i, 2040 e il 2045.

Negli ultimi anni la colonizzazione di Marte è stata al cento di svariati videogiochi di egnere gestionale, come Surviving Mars e Mars Colony Builder.

Pensate che si riuscirà a colonizzare Marte? Scrivetecelo nei commenti!

Fonte: 1.

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi