Dr Commodore
LIVE

Amazon: enorme magazzino di fronte ad una baraccopoli in Messico

Messico, Amazon sbarca davanti ad una baraccopoli

Il colosso di Jeff Bezos sta per arrivare anche a Tijuana. Un enorme, colossale magazzino targato Amazon sarà aperto proprio di fronte ad una baraccopoli.
Situato a meno di 5km dal confine con gli Stati Uniti, il complesso è costato 21 milioni di dollari. Un edificio e norme proprio di fronte ad uno dei punti più poveri del paese.

Lauren Kaori Gurley, writer senior per VICE, l’ha definito: “Simile ad un film distopico”. Sembra paradossale, ma l’innesto in un’area così povera di un magazzino del genere potrebbe portare grandi benefici.

“Da quando siamo arrivati in Messico, Amazon ha creato oltre 15.000 posti di lavoro in tutto il paese, creando opportunità di impiego con salari e benefit competitivi per tutte le nostre categorie di dipendenti. I nostri salari rafforzano le comunità locali, e questi investimenti consentono a queste aree del Messico di crescere e costruirsi un futuro migliore”.

Queste sono le parole di Marisa Varano, portavoce di Amazon Messico. Il Sud America, oggi, rappresenta una priorità per il colosso americano, che ha incrementato gli investimenti in tutta la zona. Il servizio Amazon Prime permette ai possessori dell’abbonamento di ricevere i prodotti in massimo 48 ore in tutte le città principali.

Con il nuovo magazzino a Tijuana, che aprirà a fine settembre, potrebbero migliorare ulteriormente il raggio d’azione e portare nuovi abbonamenti e ricavi importanti.

Articoli correlati

Condividi