Dr Commodore
LIVE

Sekiro: Uno streamer ha finito il gioco da bendato in 4 ore e mezzo

Sekiro: Uno speedtunner finisce il gioco da bendato

Uno speedrunner ha completato il gioco in diretta su Twitch da bendato

Sekiro: Shadows Die Twice è un videogioco sviluppato da From Software, e pubblicato su console e PC nel 2019, che è stato accolto molto positivamente sia dalla critica che dal pubblico e che è caratterizzato da un alto livello di difficoltà.

Lo streamer Mitchriz dopo aver fatto molte speedrun di Sekiro, battendo anche diversi record, ha deciso dopo essersi allenato per un mese di cimentarsi nell’impresa di completare il titolo From Software nel minor tempo possibile da bendato.

La speedrun dello streamer è stata trasmessa in diretta sul suo canale Twitch, e si è conclusa positivamente dopo 4 ore e 35 minuti.

Leggi anche: Una streamer ha finito ballando Dark Souls 3 con un personaggio livello 1

L’impresa di Mitchriz risulta notevole, infatti per muoversi e per combattere durante gli scontri si è servito degli effetti sonori, derivanti dai nemici o dall’ambiente circostante, per orientarsi. Ovviamente anche se ha provato spesso a colpire con la propria arma i muri o altre superfici per capire precisamente le zone in cui si trovava per evitare di commettere errori di direzione, si è trovato alcune volte a cadere nel vuoto o a doversi teletrasportare al checkpoint perché non riusciva a capire la zona precisa in cui si trovava.

Di seguito potete trovare la sua speedrun completa di Sekiro:

Nonostante l’impresa dello streamer sia risultata incredibile, Mitchriz ha dichiarato di volerci riprovare e di voler battere il proprio record.


Vi ricordiamo che Sekiro: shadows Die Twice è disponibile per Playstation 4, Xbox one, PC e Stadia, mentre qui potete trovare la nostra recensione di questo capolavoro targato From Software.

E voi avete giocato Sekiro? Cosa ne pensate di quest’impresa? Fatecelo sapere nei commenti

FONTE

Articoli correlati

Matteo Frigerio

Matteo Frigerio

Appassionato di disegno, cinema e videogiochi.

Condividi