Anime & Manga Recensione

Solo Leveling | Prime impressioni sul manhwa

Solo Leveling, Star Comics, prime impressioni

Star Comics sperimenta e introduce nel mercato italiano alcuni tra i manhwa più di successo degli ultimi anni. Il primo ad arrivare è Solo Leveling.

Solo Leveling è una sonyon light novel sudcoreana scritta da Chu-Gong, che racconta la storia dell’Hunter Sung Jin-Woo e delle prove che deve affrontare per diventare più forte.

La serie è cominciata nel 2016 sulla piattaforma digitale KakaoPage, poi pubblicata in formato cartaceo dalla D&C Media lo stesso anno. Nel marzo 2018 esce in formato webtoon l’adattamento manhwa della light novel disegnato da Jang Sung-Rak, sempre su KakaoPage.

Quest’anno Solo Leveling è presente nella top 10 dei manga che i Giapponesi vorrebbero vedere trasposti ad anime, insieme ad altre opere come Spy x Family o Komi Can’t Communicate.

“Misteriosi portali collegano il nostro mondo a pericolosi dungeon in cui dimorano terrificanti mostri, mettendo a rischio la vita degli esseri umani. Degli eletti con poteri speciali, chiamati “hunter”, combattono per contrastarli. Jinwoo Sung, debole e senza particolari abilità, è classificato come hunter di livello E, ma fa del suo meglio per arrivare in fondo ai raid a cui prende parte per pagare le spese mediche della madre. Un giorno, tuttavia, a seguito di un inspiegabile evento, comincia a sviluppare i suoi poteri… Che qualcosa, in lui e per lui, sia destinato a cambiare?!”

Solo Leveling Volume 1, Star Comics

Solo Leveling, un “reverse isekai”

Questo primo volume di Solo Leveling contiene i primi 12 capitoli del manhwa. Forse un po’ troppo pochi per potersi immergere a pieno nel mondo fantasy realizzato da Chu-Gong. Ma ci sono alcuni aspetti su cui già ci si può soffermare.

La serie sudcoreana non aggiunge nulla di completamente nuovo al genere action-fantasy ma prende alcuni elementi del genere più in voga dal 2010 in poi: l’isekai.

Il protagonista è ad esempio il classico protagonista da isekai: debole, con una scarsa reputazione ma fortemente determinato nei suoi obiettivi. In questo caso, quando gli hunters di questo mondo hanno iniziato ad accedere ai “portali” per trarne profitto tramite le ricompense al loro interno, anche lui ha deciso di provare a fare qualche soldo, nonostante la sua incredibile debolezza, per riuscire ad affrontare le spese mediche della madre.

La storia proseguirà con la crescita del protagonista, sia per quanto riguarda lo sviluppo psicologico sia soprattutto per quanto riguarda la forza fisica.

Solo Leveling, portali

Uno degli elementi leggermente di svolta rispetto al classico isekai è la struttura del cosiddetto “altro mondo”. Il protagonista non viene catapultato in un mondo parallelo ma è questo che bussa alla porta del mondo del protagonista, sotto forma di singoli dungeon divisi per livello di difficoltà.

Inoltre, rispetto al classico isekai, non sarà solo il protagonista ad entrare in contatto con questo mondo, ma ne saranno in grado tutti i personaggi presenti. Possiamo definirlo quasi un “reverse isekai”, in cui non è il singolo protagonista a finire in un altro mondo pieno di personaggi, ma è “l’altro mondo” a essere catapultato nel “mondo normale”, entrando in contatto con tutti gli elementi di quest’ultimo.

Solo Leveling, una lettura decisamente scorrevole

Nascendo come lettura da cellulare, il contenuto della serie è molto leggero e l’impostazione verticale permette di visualizzare una vignetta per volta mostrando al massimo l’asciuttezza dei disegni e degli sfondi.

Questi ultimi sono infatti molto minimali, mettendo in evidenza i singoli personaggi ed esaltando soprattutto le scene di combattimento, grazie anche ad un uso delle linee cinetiche d’impatto.

La fruizione dell’opera nasce come verticale e nel volume si tenta di simulare lo scrolling dello schermo con però l’evidente limite del dover girare le pagine.

Tra una vignetta e l’altra c’è una sorta di spazio sospeso, invece del solito spazio bianco tipico del fumetto, che spesso riesce a produrre degli ottimi effetti di tensione, risultando un elemento di valore aggiuntivo per il formato del manhwa.

La lettura risulta immediata e scorrevole, riuscendo a valorizzare alcune delle tipicità dei manhwa.

Nel volume di Star Comics, si può ben notare l’impegno di trasporre un’opera nata per il formato digitale, e che quindi, si adatta allo schermo del cellulare, ad un formato cartaceo.

Solo Leveling, edizioni Star Comics

Le dimensioni del volume sono maggiori del solito (15×21 cm) per poter trasporre al meglio la verticalità tipica del manhwa. Il formato è un brossurato con sovraccoperta, completamente a colori. È dovuto a questi motivi, il prezzo più alto rispetto alle edizioni Star Comics.

Il primo volume di Solo Leveling è stato presentato in due versioni: Regular e Limited Edition. Quest’ultima presenta effetti cold-foil ed embossed, disponibile solo in fumetteria.

Link all’acquisto

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.
Seguite inoltre le offerte del nostro shop e sul canale telegram DrCommodore Offerte

Twitch!

Canale Offerte Telegram!