Dr Commodore
LIVE

Komi Can’t Communicate, a breve l’annuncio dell’anime?

Secondo diversi rumor, il manga Komi Can’t Communicate potrebbe vedere una trasposizione animata a breve.

Komi Can’t Communicate è un manga scritto e disegnato da Tomohito Oda, serializzato sul settimanale Weekly Shōnen Sunday di Shogakukan da Maggio 2016. L’edizione italiana è curata da J-Pop, che pubblica la serie dal 30 Settembre 2020.

Komi can't communicate

Komi Shouko è una ragazza che frequenta l’istituto privato Itan High, dove è estremamente popolare tra i suoi compagni a causa della sua bellezza e del suo atteggiamento apparentemente altezzoso e superiore. Il primo giorno di lezione conosce Tadano Hitohito, suo vicino di banco: questi scopre, dopo aver provato a parlare con lei, che Komi in realtà soffre di un disturbo della comunicazione tale da impedirle di parlare dinanzi ad altre persone e, di conseguenza, di poter stringere amicizia con chiunque. Tadano si ripromette così di aiutarla a raggiungere il suo obiettivo di trovare cento amici.”

Questa serie è stata nominata dai lettori giapponesi come uno dei Top 10 manga che dovrebbero essere trasposti in anime entro il 2021. Questo desiderio sembra essere realizzabile secondo diversi tweet.

Secondo i rumor su Twitter, parrebbe che sia stato registrato un dominio riguardo l’opera, mentre, un secondo tweet ha dichiarato con certezza la produzione di una trasposizione animata di Komi Can’t Communicate. Nessun annuncio ufficiale è stato reso noto di recente, quindi è consigliabile prendere questi rumor con la giusta attenzione.

Nella Top 10 dei manga che i giapponesi vorrebbero vedere trasposti in anime c’è anche Spy x Family, che è stato di recente protagonista di rumor simili.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.
Seguite inoltre le offerte del nostro shop shop.drcommodore.it e sul canale telegram DrCommodore Offerte

Articoli correlati

Matteo Gatta

Matteo Gatta

Appassionato di storie. Che siano scritte, illustrate o filmate non importa.

Condividi