Film/Serie Tv

I Simpson: il cantante degli Smiths contro l’ultimo episodio con Benedict Cumberbatch “sono offensivi e razzisti”

Morrissey, il frontman degli Smiths ha detto la sua sull’episodio dei Simpson andato in onda il 18 aprile

Per lo show animato dei Simpson non c’è tregua, dopo le scuse da parte di Hank Azaria per il personaggio di Apu, un’altra nuvola grigia si è formata sopra lo show.

L’episodio intitolato “Panic On The Streets of Springfield”, è la diciannovesima puntata della stagione 32, la guest star che ha dato voce al personaggio ispirato a Morrissey è l’attore britannico Benedict Cumberbatch. 

Nell’episodio Lisa trova un nuovo amico immaginario, un cantante depresso venuto fuori direttamente dagli anni ‘80 di origine britannica.

Inizialmente i Simpson avevano contattato proprio Morrissey per dare voce al personaggio ispirato a lui, ma il cantante si è rifiutato così lo hanno sostituito con Cumberbatch. 

Lo sfogo del cantante è avvenuto su Facebook, con un post che criticava pesantemente la sceneggiatura dell’episodio dei Simpson:

“E’ sorprendente quanto sia peggiorata la scrittura dei Simpson negli ultimi anni.

Purtroppo, lo show è cominciato creando una grande visione dell’esperienza culturale moderna, ma da allora è degenerato nel tentativo di capitalizzare polemiche a buon mercato ed esporsi su rumors maligni e di cattivo gusto.

Ma quando uno spettacolo arriva a toccare il fondo così e usare dei riferimenti odiosi come mostrare il personaggio di Morrissey con la pancia di fuori (quando non è mai stato così in nessun momento della sua carriera) viene da chiedersi chi siano i veri razzisti.

Ancora peggio: dare al personaggio di Morrissey del razzista, senza indicare alcun episodio specifico fa solo pensare a quanto vogliano rovinare l’immagine dell’artista senza un valido motivo.

Prima di giudicare gli altri dovrebbero guardarsi allo specchio e fare un esame di coscienza a se stessi. Le recenti scuse di Hank Azaria all’intero paese indiano per il suo ruolo all’interno dello show sul “razzismo strutturale” dicono tanto se non tutto.

A differenza del personaggio dipinto nell’episodio  “Panic on the Street of Springfield” dei Simpson, Morrissey non si è mai svenduto, non ha denunciato chi lo ha attaccato e non ha mai smesso di esibirsi in grandi spettacoli. E’ ancora un vegano serio e un forte sostenitore dei diritti degli animali.” Conclude il cantante degli Smiths scrivendo “Non mi sorprende invece che il numero di spettatori dei Simpson sia diminuito così drasticamente negli ultimi anni.”

I produttori dei Simpson non hanno ancora replicato.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.
Seguite inoltre le offerte del nostro shop shop.drcommodore.it e sul canale telegram DrCommodore Offerte.

Tags

Twitch!

Canale Offerte Telegram!