fbpx
Approfondimento Film/Serie Tv Senza categoria

Secondo Ben Affleck d’ora in poi i film medio budget saranno solo in streaming

Ben_Affleck

Nel futuro post-pandemico, i film di medio budget non saranno proiettati al cinema, secondo l’opinione di Ben Affleck

È questa l’opinione di Ben Affleck, dalla sua esperienza di attore, regista, sceneggiatore e produttore Hollywoodiano. Affleck, una star che non ha bisogno di presentazioni, partecipa sia ad enormi blockbuster come Justice League nei panni di Batman (di cui riprenderà presto i panni), sia a pellicole con un un budget (ed un pubblico) minore, come Tornare a vincere (The way back – 2020), e The Town (2010).

La sua opinione, che in materia di industria del cinema ha quindi sicuramente un certo peso, non renderà molto felici gli amanti del cinema.

Durante una recente intervista con Entertainment Weekly, Ben Affleck si è espresso come segue:

Non so quale sarà la realtà post-COVID. Chissà come sarà l’industria cinematografica. Quello che penso sia successo è che le persone si siano abituate in questo periodo a guardare i film da casa. Ne ha giovato ‘Tornare a Vincere’, di sicuro. Era appena uscito, quindi credo che l’abilità di vedere un nuovo film a casa ci abbia permesso di ottenere molti più spettatori di quanti sarebbero venuti al cinema, pagando dei soldi per vedere un film triste su di un alcolizzato che affronta la morte del figlio. Le persone sono state acculturate allo streaming ed alla visione di film da casa in modi in cui non lo erano prima, il che probabilmente ha accelerato un trend che stava già verificandosi”.

Ha così esordito l’attore, notando come un film con un budget modesto ed un tema particolare abbia innanzitutto beneficiato dalla distribuzione tramite streaming.

Penso che dopo il COVID film come The Town, film come Argo, tutti i film che ho girato finirebbero di fatto in servizi di streaming. Ci saranno tipo 20 o 25 film all’anno che saranno distribuiti e saranno tutti film dai grossi IP, come i tipi di film che fa Disney come Aladdin o Star Wars o Avengers, qualcosa dove puoi aspettarti che la fascia bassa di introito sia di mezzo miliardo di dollari.
E credo che sarà molto, molto difficile per drammi e film di medio budget come The Town ottenere distribuzioni teatrali. Vedremo o giganteschi, giganteschi film ottenere enormi distribuzioni su larga scala, oppure piccoli film ottenere piccole uscite di prestigio in pochi cinema ma soprattutto distribuiti tramite streaming. Credo che ciò sia per il meglio o per il peggio, e potete trarre le vostre conclusioni, ma questa sarebbe la mia miglior supposizione riguardo alla direzione dell’industria cinematografica, basata semplicemente su su quello che vedo e dall’esperiena che sto avendo cercando di attuare i miei progetti.

loghi-dei-principali-siti-streaming

Parlando quindi per esperienza diretta, il regista ci spiega cosa si aspetta dal futuro della distribuzione cinematografica. Cita anche un esempio concreto, illustrando ulteriormente le sue ipotesi:

Triple Frontier ha fatto molto bene per loro [Netflix, N.d.A.]. Avrebbe avuto altrettanto successo e profitto al cinema? Non lo so. Ma so che è stato di grande successo per loro, perciò le economie potrebbero star davvero spostandosi in modo tale che se puoi generare un certo numero di visualizzazioni e se loro possono in qualche modo dimostrare che ottengono un certo numero di sottoscritti basandosi su quel materiale, ciò si traduce in valore. Io credo che questo sia il futuro e ciò è semplicemente quello che è. Mi dò conforto con l’idea che puoi prendere una tv da 60 pollici adesso per $250, Quindi le persone lo stanno sicuramente almeno guardando in maggior definizione, e persino un piccolo impianto surround ora non è così costoso. Adesso, non amo particolarmente l’idea di mettere tutto quel lavoro che si mette in un film e poi avere qualcuno che lo guarda sul suo iPhone; Sento che così ti perderai molto. Ma, sai, a volte il futuro decide da sé e tu devi soltanto adeguarti.

Affleck chiude l’intervista con questo commento un po’ sardonico, ricordandoci che il cambiamento, nel meglio o nel peggio, è spesso inevitabile.

Fonte.

E voi cosa ne pensate? Vi rincrescerebbe di non poter vedere certi film al cinema, o preferireste comunque vederli con comodità da casa? Fatecelo sapere nei commenti!

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord e Twitch.

 

Facebook Comments

L'autore

Luca Luppino

Appassionato di Cinema fin da piccolo, il mio film preferito è La Cosa (1982), a meno che Gli Aristogatti non siano disponibili in catalogo. Mi diletto anche di Musica, scrittura e videogiochi.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!