fbpx
Applicazioni News Tech

Instagram contro Ghosty, l’app che “scopre” i profili privati

Instagram

I profili privati di Instagram sono sempre stati una dura porta in faccia per i più curiosi. A tanta necessità di sapere ha risposto Ghosty, un’app che nell’ultimo periodo ha riscontrato un discreto successo. Per alcuni sembrerà un eroe versione software, ma in realtà si tratta di una violazione della privacy che farà poco piacere a molti utenti.

Come funziona Ghosty

Le recensioni si dividono tra chi è riuscito a trovare quello che cercava e chi storce il naso a tanta pubblicità che non porta a niente. Già i primi passi non fanno sperare in nulla di buono. L’utente deve infatti fornire le proprie credenziali Instagram a Ghosty e invitare un amico a scaricare l’applicazione prima di poter visualizzare i profili privati. Questo metodo ha generato una catena di inviti e download che spiegano il successo dell’app. Quando ci si muove in approcci dalla dubbia legalità, affidare i propri dati ed essere forzati ad invitare altre persone non sono mai degli ottimi segni.

Terminati questi due passaggi, dovrebbe essere possibile scaricare in locale i dati dei profili privati che altrimenti non potrebbero essere visualizzati. Per quanto possa sembrare una proposta invitante, si scontra evidentemente con i termini di servizio di Instagram. E un’app del genere, ovviamente, non può avere vita lunga.

La risposta di Instagram

Instagram ha già assicurato che ha richiesto agli sviluppatori di Ghosty di cessare ogni tipo di attività, in modo da proteggere la privacy dai propri utenti. E infatti da poco l’app non è più disponibile sullo Store. Sarà da vedere se ci saranno anche ulteriori conseguenze.

I profili privati lo sono per un preciso motivo e difficilmente ci si potrebbe aspettare un epilogo diverso per metodi di questi tipo. La tutela della privacy rimane un tassello fondamentale e delicato per applicazioni come Instagram. Per questo motivo, forse, a volte è semplicemente meglio tenersi la curiosità.

FONTE

Per tutto il resto, potete rimanere aggiornati attraverso i nostri canali: sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, TelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Andrea Avignone

Classe '96, studente di ingegneria e appassionato in primis di smartphone e nuove tecnologie.