fbpx
Film/Serie Tv News

James Gunn risponde a Francis Ford Coppola

Dopo le parole di Francis Ford Coppola sui film Marvel, decisamente più pesanti rispetto a quelle di Scorsese, James Gunn ha deciso di dire di nuovo la sua con un post sul suo account Instagram. Di seguito la traduzione, mentre potete vedere il post originale qui.

Molti dei nostri nonni pensavano che tutti i film di gangster fossero uguali, definendoli spesso “spregevoli”. Alcuni dei nostri bisnonni pensavano lo stesso dei western e credevano che i film di John Ford, Sam Peckinpah e Sergio Leone fossero esattamente uguali. Ricordo un prozio a cui parlavo entusiasta di  Star Wars e che rispose “L’ho visto quando si intitolava 2001 e cavolo, se era noioso!”. I supereroi sono semplicemente i gangster, cowboy e avventurieri dello spazio profondo di oggi. Alcuni film di supereroi sono terribili, altri bellissimi. Come i western e i film di gangster (e, prima di quelli, semplicemente i FILM) non tutti sono in grado di apprezzarli, perfino qualche genio. E va bene così❤️”

Francis Ford Coppola

 

Nonostante il tono pacato del regista, è evidente una critica verso le dichiarazioni di Coppola, che il papà dei Guardiani Della Galassia sembra considerare un anziano che, nonostante il suo genio, non capisce le novità. Non sono mancate infatti, diverse risposte contro le parole di Gunn. Era prevedibile che l’enorme successo di questo tipo di film facesse innervosire qualcuno, soprattutto della vecchia scuola, anche se forse ora la situazione sta sfuggendo di mano. 

Speriamo comunque che questi inutili battibecchi tra registi che tanto amiamo finiscano presto e che ognuno di noi possa decidere liberamente di emozionarsi sia per un procione parlante, sia per l’odore del napalm al mattino.

Che ne pensate? Gunn ha fatto bene a rispondere alle critiche dei due maestri? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte

 Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord e Twitch.

 

Facebook Comments

Marco Di Pasquale

Terrone trapiantato a Torino. Appassionato di cinema con la c minuscola, fotografia, fumetti e videogiochi. Mematore dilettante e stregone di livello ancora troppo basso per vantarsene in una bio.