fbpx
Anime & Manga Approfondimento

O Maidens in Your Savage Season: Commento episodio 6

Questa settimana O Maidens in Your Savage Season torna a fare quello che sa fare meglio: farci riflettere ma non troppo. Le nostre protagoniste tornano insieme perché unite da un obbiettivo comune, e il risultato sono venti minuti di intrattenimento che ne sembrano cinque. Non c’è che da fare i complimenti alla sceneggiatura di Mari Okada, ancora una volta capace di far sembrare persino le dichiarazioni più disturbanti come fossero nulla. Perché magari un episodio così piacevole può farcelo dimenticare, però ne sono successe di cotte e di crude.

La tensione tra Kazusa e Nina aumenta nettamente, però per fortuna evidenzia un’idea di fondo che non si arrende ai classici cliché delle storie romantiche. Nina e Kazusa non riescono a comunicare efficacemente perché non vogliono farlo, mica per una qualche strana forzatura. E non solo. il motivo che si cela dietro questa situazione è perfettamente contestualizzato all’interno della storia e soprattutto coerente con il passato e il carattere dei personaggi. Chapeau Okada!

Ma iniziamo con una domanda: Kazusa crede per davvero che Nina sia decisa a portarle via Izumi? Non esattamente. Nina ne è convinta, ma il punto non è questo. Kazusa non sta dubitando della sua amica, sta dubitando di se stessa. Ha paura che se Nina facesse sul serio lei non avrebbe speranze. In fondo la sua amica è aggraziata ed ha un corpo magnifico tanto che “potrebbe farlo con chiunque”. Il suo è più un problema di autostima che di mancanza di fiducia.

Ovviamente questo Nina non può saperlo, e quindi in pieno stile vendicativo decide di peggiorare la situazione. Ma facciamo attenzione a non farci trascinare dalla corrente, Nina non la odia affatto. Vuole darle una piccola lezione, però alla fine sta cercando di farle un favore. Il problema però è che non avendo il quadro chiaro della situazione questo suo atteggiamento, almeno per ora, si sta rivelando controproducente. Buona l’idea, non l’esecuzione.

Però il premio lo vince indubbiamente Momoko. Spesso tendiamo a dire che tra i due litiganti il terzo gode, però a lei non sembra essere andata così bene. La relazione tra le sue due migliori amiche è sull’orlo del collasso, e non c’è molto che lei possa fare per risanarla. E nonostante tutto cerca sempre di fare del suo meglio per evitare la rottura definitiva. Certo, se Kazusa fosse stata sincera con lei invece di nasconderle i suoi problemi avrebbe potuto fare di meglio, però è inutile piangere sul latte versato.

Questa situazione è il risultato dell’incapacità delle due ragazzine di comunicare in maniera efficace, e nonostante Momoko non abbia fatto praticamente nulla per inclinare ulteriormente il loro rapporto, eccola li pronta a cercare di risolvere la situazione. Per fortuna adesso si trovano tutte sotto lo stesso tetto e spero che riusciranno a chiarirsi. Ora o mai più.

E a proposito di stare sotto lo stesso tetto, parliamo di Hongo e Milo. Onestamente è davvero difficile comprendere dove andrà a parare la loro “storia”. In alcuni momenti il professore sembra assecondarla, in altri invece no. L’entrata in scena della professoressa sembra porre qualche ostacolo in più alla nostra Hongo, però lei è molto più che determinata a concedersi. E, purtroppo, quella attuale è la situazione perfetta per farlo.

Però ecco una bella domanda: ma non è che Hongo si è seriamente innamorata di Milo? All’inizio la risposta sembrava intuitiva, però dopo gli ultimi avvenimenti possiamo davvero dire lo stesso? Hongo non è più forzata a dover scrivere un romanzo erotico, e quindi sembra essersi salvata dalla necessità di dover sperimentare in prima persona. Nonostante questo però il brivido e le emozioni che ha provato nei contatti fisici con Milo l’hanno scombussolata. E pensare che all’inizio neanche le piaceva.

Ma perché sperimentare proprio con lui? In fondo non c’è più fretta e oltre a Milo ci sono tanti altri ragazzi della sua età con i quali provare ad innescare una relazione. È innegabile che dopo tutti gli assalti a Milo, Hongo si senta in qualche modo a suo agio con lui, però è davvero solo questo? Chi lo sa, non ci resta che vedere come si evolveranno le cose.

Ma se c’è qualcuno di altrettano incapace nel gestire le relazioni quella è indubbiamente Sonezaki. Proprio quando sembrava andare tutto per il meglio, ecco che la nostra piccola modella ne fa una delle sue. L’opinione degli altri è un qualcosa che la preoccupa eccessivamente, e questa volta le impedisce di dichiarare al mondo intero la sua relazione. Non che se ne vergogni, però semplicemente non si sentirebbe a suo agio. L’avere un ragazzo vorrebbe dire trasmettere in giro l’immagine di una persona che fa “quella cosa”, e per lei questo è intollerabile. Sonezaki percepisce ancora il sesso come un qualcosa di indecoroso, e ciò le impedisce persino di sperimentare la semplicità dell’amore. Mangiare insieme sul tetto, chiacchierare, guardarsi negli occhi… tutte cose alle quali per adesso sembra rinunciare.

Inutile dire, ovviamente, che questa situazione è abbastanza triste. Shun ha davvero fatto del suo meglio e se quello che ha ottenuto in cambio è soltanto un semplice titolo ne è valsa davvero la pena? Sono certo che il ragazzo non si arrenderà facilmente, però Sonezaki deve affrontare i suoi demoni e deve farlo in tempi ragionevoli. Non si può aspettare qualcuno per sempre.


Commenti precedenti:


Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Inoltre continuate a seguire gli aggiornamenti su Anime e Manga nei social ufficiali dedicati: InstagramGruppo e canale Youtube!

 

 

Facebook Comments

Matteo Mellino

Matteo Mellino, sul web Mr. Gozaemon.
Tormenta continuamente amici e familiari parlando dell'argomento che più lo affascina e al quale dedica tutto il suo tempo libero: l'animazione giapponese.
Più pigro di Spike, testardo quanto Naruto ma sempre positivo come Gon.