fbpx
Anime & Manga Recensione

I doni di Edo, anime antiche tra dono e condanna

 Dal 27 giugno è possibile avere nella propria libreria “I doni di Edo”, nuovo manga della collana Aiken edita BAO Publishing.
“La memoria di una città è nelle vite di chi la abita” questa è la dicitura che Bao Publishing accompagna al suo nuovo volume. Niente di più vero.

Le storie di questo volume ci arrivano da un’epoca lontana, ma con un’incredibile forza visiva che riesce a strapparci dal nostro tempo, dal nostro luogo, per intrappolarci all’interno delle pagine per tutta la durata della sua lettura, a Edo quando ancora non si chiamava Tokyo. 

“I doni di Edo” non è un manga che ha la pretesa di piacere. Non cerca l’approvazione del lettore. Storie di scelte che non vogliono essere comprese del tutto, magari solo un poco, il tanto che basti per sentirsi accettati, proprio come i suoi protagonisti. 

La strada che si è scelta non dev’essere per forza quella giusta, ma una strada che vada comunque bene; questa è la richiesta silenziosa che i protagonisti delle 9 storie fanno, pagina dopo pagina, senza mai esplicitare la domanda, ma lasciandola intendere dalle loro azioni, che queste vengano compiute o meno. 

La stessa strada che alcuni degli anziani che abitano i racconti di Masahara avrebbero voluto diversa per se stessi, ma che quando è stato il loro momento, non hanno trovato il coraggio di seguire. 

Un percorso che per loro è sfumato, ma che per il giovani è ancora percorribile.

Altri hanno avuto la fortuna che quella stessa strada, considerabile come migliore, stesse loro stretta, per rivelarsi poi impraticabile; i meno hanno hanno semplicemente trovato il coraggio.

La strada che viene etichettata come seconda via, quella meno augurabile, si rivela spesso essere quella che più si avvicina alla felicità. 

Avvicinandoci alla fine del percorso, chi ha dovuto fare rinunce per percorrerla sembra avere un cuore più leggero, libero da rimpianti, che quando la morte si avvicina è quanto di più bello si possa augurare. 

Percorsi obbligati, rinunce, l’orgoglio e i silenzi.

Le pagine non disegnate e le cose non dette sono forse quelle che più ci arrivano.
Il fortissimo desiderio di comunicare, di ricercare un dialogo e aprire il proprio cuore raggiunge spesso la sua massima espressione nel silenzio o nello farsi da parte.

Il silenzio che genera incomprensioni, l’assenza che salva e condanna l’amore; l’indolenza, il sentirsi inutili o inadatti per percorrere una strada che non si è scelta si scontrano con la consapevolezza, il coraggio di rinunciare e il forte desiderio di riscatto o del semplice provare a cambiare le cose.

“Non pensarci troppo. Se inizi a soppesare i tuoi sentimenti, sarà troppo tardi.”

Senza pensare troppo, scegliere una via, per quanto questa possa rendere infelici noi o gli altri, per poi percorrerla. Trovare il bello nei piccoli gesti, nelle conversazioni occasionali con gli estranei o solo nello scambio di uno sguardo. Si gioisce della vita degli altri, mentre silenziosamente si accetta il proprio destino.

E forse è proprio questo il più grande dono di Edo ai suoi abitanti, dono a chi ha accettato il suo destino, condanna a chi ha vissuto nel rimpianto.

 

“Non esiste una vita inutile. Dobbiamo solo condurre la vita in cui crediamo.”

L’autore

Nato a Kyōto nel 1967, Koichi Masahara fa il suo debutto nel 1999.
Il primo riconoscimento arriva nel 2011, quando viene premiato per la sezione manga al Japan Media Arts Festival, nella categoria Nuovi Talenti.
I suoi lavori permeano del desiderio di raccontare la realtà di oggi passando per il Jidai Geki, ovvero ambientando le sue storie nell’era che prende il nome di periodo Tokugawa (1603-1868), dove i protagonisti non sono che contadini, samurai, carpentieri e mercanti, figli del proprio tempo.

Specifiche tecniche

Autore: Koichi Masahara
Editore: BAO Publishing
Collana: Aiken
Data di pubblicazione: 27/06/2019
Formato e rilegatura: Brossurato 12,6 x 18
Pagine: 208
Disponibilità: Amazon

 

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.

Inoltre continuate a seguire gli aggiornamenti su Anime e Manga nei social ufficiali dedicati: Instagram, Gruppo e canale Youtube!

Facebook Comments

L'autore

Chiara Porru

Eterna nostalgica degli anni ‘90, cresciuta immaginando un futuro lontano forse 1000 anni e che probabilmente non vedrò mai se non grazie ad anime, film e videogiochi. Qui su DrCommodore scrivo di anime e manga, dando finalmente voce a quella parte di me cresciuta leggendo Kappa Magazine e guardando anime su MTV.

Twitch!

Canale Offerte Telegram!