fbpx
News Tech

Apple al WWDC 2019, ecco le novità: c’è il nuovo Mac Pro

apple

Si è svolta a San José in California la Worldwide Developers Conference, appuntamento annuale con gli sviluppatori dove vengono presentate le novità più interessanti di Apple.

Apple lancia iOs 13

Come da copione, protagonista principale è la nuova versione software per iPhone, iPod and iPad. Oltre all’ottimizzazione per aumentare le performance generali, vengono introdotte nuove funzionalità. Tra tutte spicca la Dark Mode, l’aggiornamento più atteso. Sarà possibile quindi impostare un tema scuro per schermate e app, così da ridurre i consumi della batteria. Inoltre sono state migliorate alcune applicazioni, come Apple Maps. Simile a Google Street View, prende piede la navigazione 3D.

iPadOS è realtà

Finalmente arriva la separazione da iOS e il nuovo sistema operativo iPadOS andrà a sfruttare al massimo la potenzialità di iPad Pro. Rinnova la schermata home, grazie all’inserimento dei widget, e migliora il multitasking attraverso la split view della stessa app. Inoltre Apple aggiusta l’applicazione “File”, andando ad avvicinarsi a quella “Finder” del Mac. Da sottolineare che iPadOs introduce il supporto a chiavette e drive esterni.

ipad pro

Importante anche la funzionalità che permette di usare l’iPad Pro come monitor esterno per Mac, accompagnata dalla riduzione della latenza dell’Apple Pencil.

Principali caratteristiche di iOS 13

“Trova il mio iPhone” e “Trova i miei amici” saranno unite in un’unica app “Find My”.

Su iMessage verrà introdotta la possibilità di impostare una foto profilo e un nickname, con l’aggiunta di nuove personalizzazioni per le Animoji.

L’utente potrà digitare testi e messaggi attraverso il movimento sulla tastiera.

iphone

Non passa in secondo piano il fattore privacy, per cui viene inserita la possibilità di indicare la propria posizione a un’app occasionalmente, per evitare così il tracciamento continuo. Viene lanciata poi la funzionalità “Sign in with Apple” basata sull’utilizzo del Face ID.

Perfezionato anche l’editing foto e video, con particolare attenzione alla regolazione di luce, contrasti e colori.

Apple Watch sempre più indipendente

WatchOS 6 porta una ventata d’aria fresca introducendo il tanto atteso App Store dedicato. Non sarà dunque più necessario passare dall’iPhone per acquistare o scaricare un’applicazione. Apple aggiunge anche le funzioni calcolatrice e memo vocali.

watchos 6

Dal punto di vista della salute, l’Apple Watch riserva aggiornamenti per l’analisi dei progressi sportivi e l’inserimento della funzionalità per il monitoraggio del ciclo mestruale. L’app Noise, invece, è in grado di distinguere e avvisare quando il volume del rumore ambientale può essere dannoso.

TvOs verso il gaming

Per quanto riguarda l’Apple TV, le novità principali sono il supporto per il multi-utente e per i controller Xbox e PlayStation.

MacOs Catalina spazza via iTunes

Finisce l’era iTunes che verrà diviso in tre app distinte: Music, Podcast e Tv. L’azienda di Cupertino introduce anche Project Catalyst per consentire agli sviluppatori di effettuare il porting delle applicazioni dell’iPad su Mac. Inoltre “Find my” permetterà di individuare il dispositivo anche se offline.

Mac Pro è pura potenza

Una buona porzione della scena se la prende indubbiamente lui, il nuovo Mac Pro nella versione 2019. Modulare e con un design rivoluzionato, farà delle performance la propria arma vincente. A bordo un processore Intel Xeon fino a 28 core accompagnato da una memoria fino a 1,5 TB, con sei slot per l’espansione di memoria e 8 per espansione PCIe.

Mac Apple

Anche il comparto grafico è di assoluta qualità, partendo da una Radeon Pro 580X fino a una Radeon Pro Vega II Duo. Il tutto si traduce in un’esperienza d’uso a livelli altissimi nel campo multimediale, andando a supportare fino a 12 stream contemporanei di video 4K e 3 stream 8K.

Insieme al Mac Pro è il turno anche del nuovo Pro Display XDR, pensato soprattutto per i professionisti. Infatti il nuovo display Apple da 32 pollici avrà una risoluzione 6K e una luminosità da 1000 nit, con picchi di 1600 nit.

Per tanta potenza non ci si può aspettare sicuramente un prezzo economico. Infatti per la versione base del Mac Pro servono 5999 dollari, mentre il costo del Pro Display XDR è di 4999 dollari.

Queste erano le principali novità presentate al WWDC 2019, adesso non rimane che aspettare di vederle arrivare sul mercato.

FONTE: The Verge

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscord e Twitch.

Facebook Comments