fbpx
Film/Serie Tv News

Avengers: Endgame, una teoria lega Ant-Man a una scena post-credit di Captain Marvel

Timing’s a bitch.
Robin, How I Met Your Mother

Ormai le teorie su come Cap e company riporteranno in vita baracca e burattini in Avengers: Endgame, si sprecano peggio dei Punti Fragola. Le certezze sono queste, al momento: il Regno quantico sarà cruciale, Captain Marvel e Ant-Man pure e… in qualche maniera ci sarà da smanettare con il tempo. Tutti speriamo però che la risolvano in maniera elegante, non con un tastino rewind premuto e ciao ciao schiocco. Ci vuole qualcosa di semplice, ma non banale. E sono membri poco dolci, su questo siamo tutti d’accordo.

E allora spunta, nel marasma delle teorie per Endgame, una roba su Reddit, che ha già triggherato parecchie persone. Dato che siamo quelli tanto gentili che salutavano sempre, l’abbiamo pure tradotta per voi (asciugandola, che su Reddit è sempre un fiume in piena di parole).

Ah, ovviamente SPOILER per chi non ha ancora visto Captain Marvel.

Nella scena post credit dove Goose sputa fuori il Tesseract, tanti hanno pensato “oh che divertente”, ma a me è sembrata qualcosa di più. Sappiamo che Cap Marvel incontrerà gli Avengers sulla Terra assieme ad Ant-Man, e che il Regno quantico sarà un fattore chiave. Sono convinto che mentre discuteranno del piano Ant-Man rivelerà che nel Regno quantico ci sono vortici temporali che potrebbero usare. Così iniziano a raccogliere le Gemme una per una e, quando toccherà al Tesseract, Cap Marvel dirà che Fury ce l’aveva molto prima che arrivasse nella struttura dello SHIELD. Perciò Ant-Man, tornando indietro nel tempo e rimpicciolendosi, entra dentro Goose e gli fa sputare il Tesseract.

Ora, assorbendo un secondo il fatto che questa cosa stravolgerebbe tutto il continuum del MCU, la chicca sarebbe proprio che la scena post-credit con Goose potrebbe essere un anticipazione (in realtà passata) di Avengers: Endgame. Questo, però, dimenticando che così si manda tutto il lavoro di Kevin Feige a battere sui viali, come Mila e Shiro. Sarebbe molto complicato da scrivere, e da gestire all’interno di un solo film, anche se non sappiamo ancora come la questione “se torno indietro e modifico qualcosa il futuro come (e se) cambia” funzioni nel MCU. Per questo ci vorrebbe una cosa semplice, diretta e immediata, che possa sì sfruttare i viaggi nel tempo, ma senza cappottare in una scarpata ogni cosa già vista.

Se volete farvi due risate e amate i what if, eccovi la controteoria, sempre grazie a Reddit. E sempre grazie al nostro team di scimmie traduttrici:

Se prendono il Tesseract allora il Bifrost non viene ricostruito e Asgard probabilmente cade per mano degli Elfi oscuri.

La Battaglia di New York non esisterebbe più e Loki rimarrebbe sotto il controllo di Thanos.

Se Asgard dovesse farcela contro gli Elfi oscuri, allora cadrebbe contro Hela, perché Thor non sarebbe mai andato da Surtur. Perciò Thor morirebbe, nonostante Asgard rimarrebbe intatta. Ma, probabilmente, usando le sue navi Hela incontrerebbe Thanos e, trovando accettabile il suo piano, si unirebbe a lui.

Ultron non sarebbe mai esistito. Ma così neanche Visione e Scarlet non avrebbe ottenuto i suoi poteri.

Lo SHIELD cade comunque contro l’Hydra. Ma Scarlet non è lì per salvare Cap da Crossbones. Cap muore.

Niente Civil War. Però T’Challa non diventa re del Wakanda. Quindi Killmonger potrebbe spuntarla alla fine. E comunque il Wakanda non si apre al mondo.

Senza Civil War, Spidey non viene reclutato, non conosce Tony e, senza il suo aiuto, muore contro l’Avvoltoio.

Ok, ci siamo divertiti abbastanza. Forse è tutto troppo complesso per essere vero, ma pensate a una cosa semplice. Se queste teorie in Avengers: Endgame si rivelassero esatte, conterebbero più un pugno di eroi o metà della popolazione dell’universo?

Spoiler: gli eroi, perché poi deve uscire Far From Home e incassare i nostri soldi.

Avengers: Endgame è atteso in sala il 24 aprile.

Fonte.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Edoardo Ferrarese

Nato a Novi Lugubre l’11/11/92, anche se nessuno lo ha interpellato sulla questione. Laureato in Lettere Moderne senza infamia e, soprattutto, senza lode, capisce che magari gli piace la critica cinematografica e il Cinema tutto, anche se troppo tardi, e che vuole scriverne, perciò prende pure un diploma alla Scuola Holden (tanto per non continuare a sembrare un radical chic di merda). Finirà per insegnare letteratura italiana nel liceo del suo diploma, però questo non ricordateglielo mai.