fbpx
News Tech

Xiaomi, a rischio hacker i monopattini elettrici M365

Hackerare frigoriferi per spegnerli e accenderli da remoto non è l’unica passione degli hacker. A questi e altri dispositivi elettrici, visti qualche giorno fa, si aggiungono anche i monopattini Xiaomi M365.

Il gruppo di hacker Zimperium ha infatti preso con successo il totale controllo del modello Xiaomi tramite un’app per smartphone. Ma l’azienda cinese è stata fortunata, dato che Zimperium è un gruppo di white hats (hacker etici); essi si sono limitati ad analizzare la falla, pubblicando anche un video su Youtube riguardo la pericolosità, per avvertire Xiaomi.

Una falla già nota

L’exploit è molto semplice: basta essere a portata di Bluetooth, anche senza autenticazione, per manipolare il monopattino intervenendo su frenata, accelerazione, etc. Inoltre, con del lavoro extra, sarebbe anche possibile installare software alternativi nel dispositivo, come malware e quant’altro.

Questo ovviamente potrebbe portare a gravi incidenti, se in mano a malintenzionati. Xiaomi però è stata avvisata tempestivamente, anzi era già a conoscenza della falla nel sistema. L’azienda alla quale è stata delegata da Xiaomi la produzione dei monopattini elettrici sta già risolvendo il problema. Per il momento, però, manca ancora l’aggiornamento necessario.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Francesco Santin

Studente di Scienze Internazionali e Diplomatiche, ex telecronista di Esports, giocatore semi-professionista e amministratore di diversi siti e community per i quali ho svolto anche l'attività di editor e redattore.