fbpx
News Tech

Twitter, gruppo di hacker minaccia il rilascio di dati riguardanti 9/11

In seguito a una minaccia postata su Twitter da parte di un gruppo di hacker, il social ha rimosso il post e il loro account. Il profilo @tdo_h4ck3rs (The Dark Overlord) avrebbe infatti dichiarato di essere in possesso di migliaia di documenti contenenti le richieste di risarcimento fatte in seguito all’attentato dell’11 settembre 2001.

Sarebbero 18mila i file in possesso degli hacker, tutti relativi a informazioni sensibili sulla sicurezza di FBI, CIA, TSA, FAA e altri enti degli Stati Uniti. Un vero e proprio tesoro di file riguardanti gli attacchi al World Trade Center.

Ma le nuove policy della community relative al divieto di diffusione di “informazioni private o segreti commerciali rubati” implementate a ottobre hanno bloccato il tutto. Twitter ha inoltre agito molto rapidamente all’emergenza, informando ovviamente le autorità in seguito alla sospensione dell’account.

Uno degli ultimi tweet del profilo TDO, prima della sospensione

La reazione di TDO

In caso di rilascio al pubblico dei file, terremo per noi solo il materiale strettamente confidenziale per vendita privata. Per il resto di voi: non preoccupatevi, ci saranno comunque migliaia di documenti a vostra disposizione. Se siete politici, agenzie, banche, clienti, o comunque persone coinvolte in questi casi, scriveteci via e-mail inviando una richiesta formale per documenti e file. In cambio di denaro, ve li invieremo e non li pubblicheremo.”

Assieme a questo comunicato ufficiale è stato pubblicato anche un archivio criptato, prettamente dedicato ai giornalisti. Essi riceveranno le chiavi necessarie per la decrittazione solo in caso di pagamento.

La reazione del pubblico

4chan non ha esitato e ha avviato una piccola raccolta fondi per rilasciare i file al pubblico, o comunque per ottenerli tramite un utente. Alcuni diretti interessati nominati nei documenti avrebbero pagato il riscatto, mentre l’impresa d’assicurazione Hiscox avrebbe dichiarato di essere la vittima del data breach.

I sistemi dell’impresa sono rimasti intatti, ma diverse informazioni relative a vari casi sono state rubate. Uno di questi casi riguarda gli eventi del 9/11.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

Facebook Comments

Francesco Santin

Studente di Scienze Internazionali Diplomatiche, ex telecronista di Esports, giocatore semi-professionista e amministratore di diversi siti e community per i quali ho svolto anche l'attività di giornalista e recensore di vari titoli nel mercato videoludico.