fbpx
Applicazioni Curiosità News Tech

Quanto tempo passiamo sui social?

La gestione del tempo

Mentre sia iOS che Android sono in procinto di lanciare strumenti di misurazione sulla dashboard per evidenziare agli occhi dell’utente quali applicazioni dominano la propria attenzione giornaliera, Facebook cerca di giocare d’ anticipo, rilasciando il rollout di una nuova funzione annunciata tempo addietro.
La domanda presente nel titolo infatti è talmente ricorrente e importante da aver generato milioni di download per le applicazioni dedicate alla gestione del tempo. E abbiamo anche selezionato la migliore per voi in questo articolo!
Tale è l’attenzione rivolta verso queste applicazioni e questo tema che il supporto ufficiale per una funzione simile era solo questione di tempo.

Una panoramica degli strumenti di misurazione integrati nei due SO.


L’importanza del “Time Well Spent”

La funzione nativa dei due sistemi operativi punta a creare una maggiore consapevolezza nell’utente del tempo passato onscreen, pur lasciando nascere dubbi legati alla privacy. Consapevolezza necessaria al seguito del processo mediatico alle “dipendenze 2.0”, che ha visto coinvolti i videogiochi prima, pur essendo presenti opinioni contrastanti, e in seguito anche il rapporto dei giovani con la tecnologia. Ciò ha costretto le aziende a una vera e propria “corsa contro il tempo” nel mettere a dispozione degli strumenti per arginare, o quantomeno controllare e studiare in maniera più approfondita, il fenomeno.

La misura del tempo passato scrollando il feed non si limiterà al solo Facebook, in quanto anche l’altro social di Zuckemberg, Instagram, riceverà una funzione simile. Degna di nota è sicuramente la possibilità di impostare un promemoria, grazie al quale Facebook stesso ci ricorderà ad una data ora del giorno quanto tempo abbiamo dedicato allo zombie-browseL’arrivo della funzione, difatti, è dettato anche dal tentativo del colosso blu di migliorare l’esperienza finale dell’utente, riducendo il tempo passato a scrollare in modo passivo il feed.


Anche se, stando a quanto dichiarato da Facebook, ci sarà ancora da aspettare:

We typically roll out features slowly so we can catch bugs early and resolve them quickly. We slowed the rollout of the tools after launch so our teams could fix a few bugs before we expanded globally.

L’arrivo della funzione era dunque programmato in modo lento, per permettere agli sviluppatori di correggere eventuali bug presenti e testarne le funzioni prima di renderlo disponibile a livello globale. Tale premessa pare essere venuta meno, almeno stando al numero di segnalazioni in merito sul web; staremo a vedere quando il bel paese verrà raggiunto dall’aggiornamento.
Sono pervenuti, inoltre, anche screen della funzione in questione su Instagram.

Una risposta provvisoria, ma efficace

AntiSocial è l’app che, con un nome molto sobrio, abbiamo scelto di consigliarvi per ricevere un report dettagliato ma comprensibile delle vostre attività. Oltre a tenere traccia del tempo speso per ogni app presente sul dispositivo, vengono contati anche il numero degli sblocchi del cellulare.
Sono inoltre presenti strumenti per “bloccare” l’utilizzo di determinate applicazioni seguendo un limite giornaliero, programmato o temporizzato.

È proprio il caso di ringraziarvi per il tempo speso a leggere questo articolo, grazie!

FONTE
FONTE

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su FacebookInstagramTelegramYouTubeDiscordSteam e Twitch.

 

Facebook Comments

Antonio Pascarella

Universitario, videogiocatore da sempre ed appassionato di tecnologia. A tratti weeb.
Alla continua ricerca del rank perduto e della sua millantata abilità.
See You Space Co(mmodoriano)wboy.