fbpx
Breaking News News Smartphone Tech

iPhone X Plus: tra dual-sim e ribasso dei prezzi

Nelle ultime settimane sono emersi numerosi leak riguardanti l’aspetto che avranno i nuovi iPhone X Plus e iPhone 9. Nonostante questo, rimangono ancora segreti numerosi dettagli riguardanti le funzionalità dei nuovi smartphone dell’azienda di Cupertino.

Supporto al Dual SIM per iPhone X Plus

Probabile slot per dual SIM in iPhone X Plus cerchiato in rosso

Sembra che le novità che caratterizzeranno gli iPhone del 2018 saranno in netto distacco rispetto al passato. Nello specifico, ci sarà la possibilità di avere una seconda SIM su iPhone X Plus. Quest’ultimo sarà il top di gamma di quest’anno e godrà di un display OLED da 6,5 pollici.

Si tratta di una novità che farebbe cadere uno dei più grandi tabù per Apple, ma stando a quanto scoperto da Guilherme Rambo di 9to5mac – uno dei principali leaker di iPhone X dello scorso anno – il dual SIM sembra essere confermato nel codice della beta 5 di iOS12. Infatti, al suo interno sembrano esserci dei riferimenti a una “second SIM status” e a “second SIM tray status”. Questo confermerebbe che almeno uno dei tre nuovi iPhone supporterà il dual SIM e, come intuibile dalla foto in alto, con buone probabilità si tratterà di iPhone X Plus. Si tratterebbe di una feature non da poco che potrebbe convincere l’utenza a preferire la versione più costosa rispetto alle altre.

512GB di memoria interna e 4 GB di RAM

Icona di iPhone X Plus nella beta 5 di iOS 12

Apple sarebbe intenzionata ad aumentare la memoria RAM e la memoria interna rispettivamente a 4 GB e a 512 GB. Si tratta di numeri che ormai siamo abituati a vedere sugli smartphone Android, ma da quest’anno li troveremo anche sui dispositivi iOS. Non è chiaro però quale dei tre iPhone del 2018 godrà di queste quantità di memoria, anche se è molto probabile che si tratti di iPhone X Plus.

Anche in questo caso cade un importante tabù per Apple, ovvero i tagli di memoria interna e, in particolare, di memoria RAM. Fin’ora, infatti, la casa di Cupertino è riuscita a rendere i propri smartphone tra i più fluidi sul mercato nonostante un hardware non proprio generoso, a differenza delle controparti Android.

Apple Pencil: iPhone come rivale dei Note?

La terza novità che porterà una piccola svolta nell’uso dei propri iPhone è il supporto ad Apple Pencil. La conferma arriva da Tim Cook in persona che, durante una intervista, si è fatto sfuggire questo “dettaglio”.

Sono passati molti anni da quanto Steve Jobs si schierò contro l’uso del pennino sugli smartphone. C’è però da dire che, in oltre 10 anni, la tecnologia ha fatto passi da gigante e anche il sistema di interazione touchscreen è cambiato molto. In passato, infatti, era necessario premere su un “doppio display” che, curvandosi alla pressione, permetteva di ottenere l’input. In quella prospettiva l’uso della penna non era molto sensato, ma grazie alla gamma Note di Samsung si sono scoperte le comodità che ne derivano.

La conferma di Tim Cook:Se avessi mai visto cosa può essere creato con una matita su un iPad o un iPhone, è veramente incredibile…”

Anche in questo caso si può supporre che anche Apple Pencil sarà prerogativa di iPhone X Plus.

I prezzi: il tabù più grande

Dulcis in fundo i prezzi dei nuovi iPhone. Anche in questo caso sembrano esserci ottime notizie per i fan Apple. Con l’arrivo di iPhone X e il suo esorbitante prezzo di listino anche la concorrenza si è spinta oltre la soglia dei 1.000 euro. Nonostante questo, quasi ricordando la Apple anticonformista di un tempo, l’azienda di Cupertino sembra essere intenzionata ad abbassare i prezzi ponendo in una posizione molto scomoda i propri competitor. Sembra infatti che, grazie alla riduzione dei costi dei componenti, iPhone 9 costerà 699$ mentre iPhone X Plus passerà dai 999$ della prima generazione a “soli” 899$.

Riassumendo, si avrà non solo un aumento dello storage e memoria RAM ma anche un ribasso dei prezzi. Tutto questo renderà gli iPhone 2018, che godono di un design tutto nuovo, decisamente più competitivi rispetto allo scorso anno.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord e Twitch.

Facebook Comments