fbpx
Curiosità Recensioni Smartphone Tech

Ho. – prime impressioni dopo 10 giorni di utilizzo

Come tutti certamente saprete, ho. è il nuovo operatore virtuale di Vodafone. È arrivato da poco sul mercato con un’offerta molto vantaggiosa (30 GB in 4G e minuti/sms illimitati a 6,99€ al mese), lanciata per contrastare Iliad. Il vantaggio principale di ho. rispetto al concorrente è la rete: il nuovo operatore si appoggia infatti alla rete Vodafone, garantendo ottime prestazioni.
Da quasi due settimane ho effettuato il passaggio dall’operatore rosso a ho., attirato dal costo molto competitivo. Inizialmente avevo molte perplessità: funzionerà bene? Aumenteranno i costi? Ci sarà qualche fregatura?

Oggi sono qui per darvi le mie prime impressioni, in modo da provare a chiarire anche i vostri – eventuali – dubbi.

Copertura

Ho. offre 30 GB in 4G e si appoggia interamente alla rete Vodafone. Le limitazioni sono due:

  • Velocità della rete: ho. prevede dei cap massimi in download e upload, rispettivamente di 60 Mbps e 52 Mbps. Non è un grosso limite a mio parere: si tratta di una velocità ottima, che permette di fare di tutto. Se, inoltre, vivete in una zona in cui Vodafone non raggiunge questi valori, non noterete alcuna differenza: in questo caso la velocità di ho. sarà la stessa.
  • Dati per l’estero: dei 30 GB a disposizione, solo 2 saranno disponibili al di fuori del territorio italiano. Alcune offerte “tradizionali” non hanno limitazioni di questo tipo, ma sono anche molto più costose. Se fate un viaggio ogni tanto non dovrebbe essere un problema, in caso contrario considerate questo fattore.

Queste promesse vengono mantenute all’atto pratico? Si. Nelle zone in cui Vodafone supera il cap, ho. si ferma ai limiti massimi indicati sopra; mentre nelle altre zone le velocità coincidono senza alcun rallentamento ulteriore. Se avete dei dubbi sulla copertura vi consiglio quindi di verificare quella di Vodafone: da questa potrete dedurre quella di ho.

Qui sotto vi lascio qualche screen di prova.

Altri dubbi

La copertura era la principale preoccupazione di molti utenti, ma non l’unica. Un altro grosso dubbio è quello legato ai costi. È sicuramente troppo presto per trarre conclusioni in merito, ma qui ho spiegato perché secondo me ho. non rimodulerà l’offerta. Staremo a vedere.

Per qualche giorno è girata voce che i minuti non fossero veramente illimitati; infatti l’applicazione – di cui parlerò dopo – mostrava un valore finito vicino alla voce “min”. Se questa cosa vi spaventa, non vi preoccupate: si tratta di un bug dell’applicazione. Sia minuti che sms sono illimitati.

Schermata che mostra il bug in questione. Notate la sigla “MB” al posto di “GB” e “1.800 di 0 min”. Si trattava di un malfunzionamento dell’applicazione.

Non ci sono costi nascosti o servizi a pagamento già attivi, altro aspetto che alcune persone avevano messo in dubbio.

Il riassunto dei primi giorni con ho.

Come avrete capito, la mia esperienza è stata molto positiva. Le uniche difficoltà le ho riscontrate nelle fasi di acquisto e attivazione; anche se – avendo fatto il tutto nei primissimo giorni – era prevedibile che ci sarebbe stato qualche piccolo rallentamento. I problemi, infatti, riguardavano quasi esclusivamente l’incertezza sulle nuove procedure di attivazione – aspetto che si è risolto col passare del tempo.

L’applicazione mi ha dato qualche difficoltà inizialmente: non permetteva il login e presentava qualche bug, ma una volta completata la portabilità del numero – io avevo attivato la SIM già prima – ha iniziato automaticamente a funzionare correttamente.

Tolto questo, non ho avuto neanche mezzo problema e, ad ora, mi sento di consigliarvi questo operatore. Ora non resta che attendere i prossimi mesi per vedere se le prime impressioni verranno confermate.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord e Twitch.

Facebook Comments

Francesco Carletto

Laureato in Economia e Commercio e studente di Marketing Communication, da sempre appassionato di sport e tecnologia, con il pallino della scrittura. Già blogger sportivo, l'inizio dell'avventura come blogger tech mi consente di unire tutte le mie passioni.