fbpx
News Tech

Android P: in arrivo una ventata di novità

Sì commodoriani, avete letto bene, Android P. La prima Developer Preview è stata difatti rilasciata ieri in tarda serata, come un fulmine a ciel sereno. Ma prima che iniziate a cercare ossessivamente la preview, vi informiamo che al momento gli unici smartphone che possono beneficiare della “nuova versione” sono la famiglia dei Pixel. Fatta questa premessa però andiamo a dare un occhiata generale alle novità.

Implementazione Software/Hardware

  • Introdotto il supporto nativo al profilo HDR VP9 Profile 2, grazie al quale sarà possibile riprodurre contenuti HDR su YouTube, Play Movies e altre fonti
  • supporto completo al formato HEIF che permetterà di migliorare la compressione delle immagini senza perdita di qualità
  • Miglioramento alla gestione energetica (quindi più batteria), relativa agli aggiornamenti portati a Doze, alla gestione delle App in Standby e ai limiti delle funzioni in background
  • Nuove multi-camera API, introdotte per supportare al meglio tutti quei dispositivi che hanno più fotocamere
  • I pulsanti del volume controllano adesso – di default – il volume dei media, evitando dunque di impostare erroneamente il dispositivo in modalità vibrazione
  •  Grazie ad una nuova opzione sviluppatore – sarà possibile collegare fino a 5 dispositivi audio Bluetooth contemporaneamente, ma non si potranno utilizzare per la riproduzione simultanea

Implementazioni grafiche

  • Nuovo aggiornamento della tendina delle notifiche, adesso si potranno vedere in anteprima i contenuti multimediali senza aprire l’app

  • nuova interfaccia standardizzata per quanto riguarda l’accesso tramite il sensore di impronte digitali
  • Introdotto il supporto nativo al Notch, permettendo agli sviluppatori di modificare l’altezza della status bar per visualizzare meglio i contenuti
  • Eliminazione status bar arancione del risparmio batteria e navbar, tenuto soltanto il simbolo “+” all’interno della batteria introdotto con Android Oreo
  • Modifica totale dello slider per la gestione dei volumi di sistema cambiando forma e posizione e introducendo diverse funzionalità. Attualmente lo slider è posizionato nella parte laterale destra dello schermo (forse per favorire meglio l’utilizzo di una mano sola)  e sotto di esso vi troviamo un piccolo quadrato attraverso cui è possibile selezionare la presenza della suoneria, vibrazione, allarmi ecc...
  • Nuova formattazione del testo. Google ha deciso di eliminare gradualmente tutti i testi in maiuscolo nei menù e sottomenù
  • Nuove animazioni di transizioni, viene introdotta un’animazione laterale tra il passaggio da un app ad un’altra, e un animazione a scorrimento verticale nel passaggio da un’attività ad un’altra all’interno della stessa app
  • Nuova animazione  nella modalità di sblocco con pattern dove è presente un piacevole effetti scia
  • Modifiche relative ai Toggle e Quick Setting. Nei quick setting lo scrolling può ora essere fatto verticalmente piuttosto che orizzontalmente. Aggiunta l’opzione dell’inserimento dell’orario di attivazione automatica della modalità notturna (Night Mode) nel toggle dedicato. I piccoli pulsanti per la selezione rapida delle impostazioni non sono più disponibili con Android P.
  • Nuovo Easter egg, l’animazione con un effetto psichedelico è sempre diversa ad ogni apertura, può inoltre essere modificata con un semplice tocco sul display.

  • Nel menù di spegnimento del dispositivo è presente ora un comodo pulsante per la cattura della schermata

 

E voi commodoriani cosa ne pensate di questa nuova versione del robottino verde? Avete già idee di come si chiamerà? Noi pensiamo sia Peppermint Candy. Scrivetecelo qui sotto nei commenti!

Facebook Comments