Dr Commodore
LIVE

Don Rosa contro Panini per il firmacopie al Lucca Comics: “un’ingiustizia verso i DuckFans”

Il Lucca Comics è oramai alle spalle, ma continua ad essere oggetto di pesanti critiche. Questa volta a scagliarsi contro l’evento toscano è stato Don Rosa, celebre fumettista del mondo Disney, famoso soprattutto per le storie di Paperon De Paperoni e Paperino.

A mandare su tutte le furie Don Rosa è stato il modo in cui Panini ha deciso di organizzare il firmacopie, che, nel corso della sua invettiva, ha definito senza pochi giri di parole “un’ingiustizia verso i DuckFans”.

Don Rosa contro Panini

Il celebre autore disneyano, infatti, ha fatto presente il proprio disappunto attraverso un post sui social. Nel lungo messaggio, Don Rosa ha aspramente criticato l’organizzazione stessa del firmacopie, soprattutto perché si è rivelato ingiusto verso i suoi fan. In primo luogo, il fumettista ha criticato il fatto che i biglietti (1.000, divisi tra i cinque giorni di fiera) siano terminati in pochi minuti dal momento in cui sono diventati disponibili online.

Naoki Urasawa Don Rosa

Inoltre, l’autore sottolinea come la distribuzione dei biglietti sia avvenuta in modo discriminatorio: a sua detta coloro che disponevano di una connessione stabile, perché magari abitano in città e non in campagna, sono stati ingiustamente favoriti nella “competizione”.

Infatti, stando a ciò che è stato riferito a Don Rosa, le persone in possesso di un collegamento a internet più veloce addirittura potevano ottenere addirittura più biglietti. In realtà non è possibile stabilire empiricamente il “vantaggio ingiusto” ottenuto da una persona grazie a una rete veloce. È ben più probabile che fare la differenza in questi casi sia l’utilizzo di bot programmati con lo scopo di accaparrarsi quanti più ticket possibili.

Don Rosa ha anche sottolineato alcune criticità inerenti al rispetto delle linee guida fissate da Panini, che non sempre venivano rispettate. Stando a quanto comunicato dalla casa editrice, si poteva accedere al firmacopie solo dopo aver acquistato un prodotto Panini e con non più di due opere da far autografare.

Naoki Urasawa, Lucca

Ebbene, queste regole non sono state rispettate da tutti: infatti alcune persone si sono recati dall’autore senza aver acquistato alcun prodotto o, addirittura, con più di 2 opere da far firmare. Inoltre, il fumettista si è lamentato di come la stessa casa editrice non si sia operata per far rispettare le proprie linee guida. Ciò, secondo lui, è stata “la cosa peggiore di questo sistema”.

Da ultimo, il celebre autore disneyano auspica un ritorno al classico sistema firmacopie, ossia quello in cui si aspetta pazientemente in fila e si spera di arrivare dall’autore entro il tempo limite, e ribadisce che, semmai dovesse essere invitato nuovamente all’evento, non dara mai e poi mai l’assensoa questo sistema”.

Lucca Comics and Games 2023 logo

Fonti: 1

Articoli correlati

Condividi