Dr Commodore
LIVE

Dragon Ball, le urla di Goku meritano l’Oscar: per fare la voce di un Saiyan serve grande virtuosismo

In Dragon Ball, una delle skills più importanti dei doppiatori è sicuramente saper urlare: l’urlo è uno degli elementi imprescindibili della serie, come ben dimostrano tutte le opere animate del franchise che hanno visto nello svolgimento della loro storia combattimenti e trasformazioni.

Dato che Goku, Vegeta e tutti gli altri potentissimi guerrieri si spingono sempre al limite durante le loro lotte e nei concitati momenti in cui riescono a ottenere una nuova forma, i doppiatori in studio che si devono occupare di rendere al meglio tali scene devono dare davvero tutto loro stessi.

Probabilmente non avrete bisogno di dimostrazioni, ma vi lasciamo comunque una clip piuttosto esplicativa del range vocale che viene richiesto a chi si ritrovi a doppiare Goku, Vegeta o qualunque altro personaggio. Ma perché parlare di tutto questo? Perché gli Oscar si stanno avvicinando.

dragon ball goku vegeta

Una performance da Oscar

Come accennavamo prima, si stanno avvicinando gli Oscar, e in questo periodo iniziano le prime stime e valutazioni in merito alle principali performance dell’anno. Sul web è stata però posta una domanda: quale performance è la migliore se ci si limita a urlare? Proprio in merito a questa domanda, gli appassionati di anime e manga non potevano esimersi dal rispondere.

Il virtuosismo richiesto per doppiare le urla in Dragon Ball secondo alcuni commenti sui social sarebbe meritevole di un Oscar. In particolare, viene portato come esempio Sean Schemmel, la voce inglese di Goku: nonostante il dialogo minimo, l’intonazione e le emozioni che riesce a trasmettere sono potentissime.

Se si va poi a valutare anche la performance di Masako Nozawa, la voce originale non solo di Goku ma anche di Goten e Gohan, le cose si fanno ancora più interessanti. Ai doppiatori andrebbe maggiormente riconosciuto l’impegno e la bravura necessaria ad adempiere a un ruolo che spesso fa la differenza rispetto alla resa finale degli anime, e che contribuisce a rendere tali opere iconiche.

E non si tratta solo di capacità di saper trasmettere le emozioni adeguate al contesto in cui si trova il personaggio, ma anche di piccole intuizioni che si rivelano geniali come il noto “It’s Over 9000” del doppiatore Brian Drummond, tra i primi interpreti di Vegeta e responsabile di una delle frasi che è stata ripresa fino a divenire una degli elementi più famosi della serie.

Fonte: 1

Potrebbe interessarti anche: DRAGON BALL Z, COME SI TRASFORMA UN SUPER SAIYAN 3 CALVO? NAPPA CI DÀ UNA DIMOSTRAZIONE UFFICIALE

Articoli correlati

Condividi