Dr Commodore
LIVE

Libero Mail ancora irraggiungibile, intanto compaiono i dati di 500 mila account rubati

Negli ultimi tre giorni le caselle di posta elettronica di Libero e Virgilio Mail risultano irraggiungibili. Sono circa 9 milioni gli account coinvolti da questo disservizio, iniziato nella notte del 23 gennaio.

Il problema ha scatenato le ire di molti utenti sul web, “raccolte” dalla deputata della Lega Simona Loizzo. L’onorevole infatti ha sottolineato il “danno notevole” alle attività di molti “profili professionalI” coinvolti, auspicando l’avvio di una class action. Anche Altroconsumo è intervenuto, inviando una diffida al provider Italiaonline, la società che gestisce Virgilio e Libero Mail.

Mentre i disservizi delle due piattaforme sembra siano ancora in corso, in alcuni canali Telegram “undeground” sono spuntati dei post di vendita di 500 mila account Libero Mail.

Libero Mail

I disservizi di Libero Mail e i dati degli account in vendita

Nella giornata di ieri il sito Red Hot Cyber ha segnalato la presenza in un canale Telgeram “underground” di una combo List di dati di utenti di Libero.it. Sarebbero circa 500 mila account che si possono scaricare.

Red Hot Cyber avrebbe analizzato i dati e sarebbe giunto alla conclusione che non ci sarebbe nessun collegamento tra questi 500 mila dati in vendita e i disservizi degli ultimi giorni. Sembra infatti che siano di dati vecchi e non sottratti di recente a Libero. Insomma: si tratterebbe di una possibile speculazione da parte di alcuni individui.

Anche perché Italiaonline aveva già spiegato con un comunicato le ragioni dietro questi disservizi. Da una parte ha escluso “categoricamente potenziali attacchi hacker”. Dall’altra ha rassicurato i suoi utenti dicendo che si tratterrebbe di un bug del sistema che “ha compromesso il corretto funzionamento” di “un’innovativa tecnologia di storage” appena introdotta dal provider.

Nel momento in cui scriviamo, provando ad accedere a Libero Mail esce ancora il messaggio dello staff riportato nell’immagine sotto, in cui si ricorda agli utenti che i servizi torneranno online “nelle prossime 24/48 ore” (tradotto: nella giornata di oggi o domani 27 gennaio). Stessa cosa sulla pagina Virgilio Mail: un avviso segnala che il ripristino è “in corso”.

Libero Mail

Infatti, come segnala Dday, nella mattinata alcuni utenti hanno iniziato a ricevere alcune email sul proprio account. Ma non sembrano ancora essersi risolti del tutto i disservizi. Non solo, come già detto, non si riesce a fare il login sul sito web ed esce il messaggio dello staff di Libero. Ma molti account email di provider diversi stanno ricevendo indietro email spedite in questi giorni a profili Libero e Virgilio Mail.

A questo punto non resta che attendere ulteriori aggiornamenti da parte di Italiaonline, anche in merito alla questione dei 500 mila combo List in vendita su Telegram. Che, ribadiamolo, è altamente probabile non si tratti di dati sottratti di recente.

Fonti: Open, Il Corriere della Sera, Dday, Red Hot Cyber 1 e 2

LEGGI ANCHE: Re Carlo fa causa a Elon Musk perché non paga l’affitto per la sede di Twitter

Articoli correlati

Condividi