Dr Commodore
LIVE

Non avete più scuse: streamer gioca a Elden Ring e batte i boss usando solo la propria mente

Si parlava tempo fa di come una giocatrice sia riuscita a battere uno dei boss più ostici di Elden Ring servendosi solo di uno di quei pad tipicamente utilizzati per i rythm game, dove la chiave sta tutta nell’effettuare dei passi di danza il più efficienti possibili.

Adesso, un’altra giocatrice dimostra che per giocare a questo imponente titolo di FromSoftware non serve essere dei gamer dalle dita e polsi super allenati: è possibile usare anche solo la propria mente.

La giocatrice di cui parliamo è anche una streamer su Twitch, dove possiede il nome di “Perrikaryal”. In una clip diventata ben presto virale, possiamo vedere come essa si prodighi ad avanzare nel gioco non usando alcun tipo di pad o tastiera, ma servendosi solo ed esclusivamente del proprio cervello.

elden ring

Elden Ring per i cervelli più allenati

Si tratta davvero di una scena che alimenta molta curiosità su come tutto ciò è possibile, e in realtà il sistema dietro questo stile di gameplay non è poi così complicato, almeno non per lei, che ha una laurea magistrale in psicologia.

Per giocare ad Elden Ring con il suo cervello, la ragazza utilizza un elettroencefalogramma (EEG) per misurare le funzioni della sua materia grigia. Fatto ciò, il passo successivo è “mappare” delle specifiche attività del cervello con le varie azioni e gesti effettuabili nel gioco.

Fare semplici gesti come evocare aiuto o lanciare degli incantesimi diventa quindi possibile, e senza nemmeno dover toccare un tasto o un controller è riuscita anche a battere uno dei boss del gioco. La ragazza, però, desidera evolvere ulteriormente questo “stile di gioco”, e punta al poter giocare interamente Elden Ring usando solo ed esclusivamente la sua mente.

Tuttavia, fare ciò le richiederà sicuramente un bel po’ di perseveranza, sia per quanto riguarda l’allenamento del cervello, che per i tentativi che molto probabilmente dovrà continuare a fare in certe situazioni. In ogni caso, se pensate ancora che per giocare ad Elden Ring serva avere una familiarità di base con i titoli FromSoftware, o le “mani da gamer” per poter effettuare con successo alcune tecniche vincenti, beh ecco la prova che forse tutto ciò non è poi così necessario.

Articoli correlati

Marina Flocco

Marina Flocco

Fruitrice seriale di videogiochi, anime, manga, tutto ciò che è traducibile dal giapponese.

Condividi