Dr Commodore
LIVE

One Piece: arriva un grosso indizio sulla verità dietro il Risveglio dei Frutti del Diavolo [SPOILER]

I Frutti del Diavolo, fino allo scorso capitolo, sono stati uno dei tanti elementi di One Piece che si trovavano maggiormente avvolti nel mistero: ne esistono una quantità sconosciuta, ed essi consentono a chi li mangia di ottenere della abilità sovrannaturali, capaci di contravvenire a qualunque concezione logica dell’essere umano per via dei poteri che essi infondono in una persona.

La loro debolezza universale è ben nota, e durante il capitolo 1069 Vegapunk ci ha anche svelato una sua teoria su cosa si celerebbe davvero dietro questi strani Frutti, e sul perché la loro efficacia in mare risulti piuttosto deludente.

Nel corso della storia, abbiamo scoperto come questi Frutti già decisamente forti da soli, diventino ancora più potenti se soggetti a un “risveglio”, andando ad accrescere le abilità dei loro utilizzatori in un modo vertiginoso.

one piece

Come funziona il Risveglio di un Frutto del Diavolo

Chi ha un Frutto Risvegliato ha accesso ad un controllo molto più profondo di esso, e a nuove abilità capaci non solo di alterare sé stessi, ma anche l’ambiente che li circonda, cosa impossibile altrimenti.

Durante Wano, Kaido spiegò in parole abbastanza semplici cosa (forse secondo lui) significasse il risveglio di un Frutto del Diavolo, affermando come la mente e il corpo entrino in sintonia e comprendano il loro potere più grande. Tuttavia, questa rimaneva comunque una descrizione piuttosto vaga, ma adesso con la rivelazione di Vegapunk potremmo aver ottenuto un ulteriore indicazione su cos’è fondamentale fare per risvegliare il proprio Frutto.

one piece

Poiché i Frutti del Diavolo sono nati mediante i sogni o desideri, è più che possibile che il Frutto del Diavolo Hito Hito no Mi modello Nika sia nato per via del desiderio di libertà. Può darsi che per avere il risveglio, sia necessario raggiungere un livello che rende sé stessi una sorta di “rappresentazione” del desiderio originale per il quale un Frutto è stato creato, o quantomeno arrivare ad averne abbracciato interiormente il principio che ha portato alla creazione del Frutto dal popolo del passato.

Luffy non è riuscito ad ottenere un risveglio fino a quando non ha desiderato essere davvero un liberatore, temendo che tipo di futuro sarebbe stato riservato al popolo di Wano nel caso ci fosse stata la vittoria di Kaido.

Potremmo teorizzare anche come, per risvegliarsi, i sogni e le aspirazioni delle persone passate che hanno portato all’origine di un certo Frutto debbano essere uguali a quelli della persona che lo va a mangiare. In questo modo, i Frutti si risvegliano perché si i sogni di chi li mangia si rispecchiano a quelli che lo ha generato, mentre i Frutti che non risvegliano vengono fermati da fare ciò perché i loro utilizzatori sono lontani dal “perseguire” il sogno originario.

Così diventa più semplice anche spiegare l’esistenza di Frutti piuttosto bizzarri, dove magari qualcuno in passato desiderò di riceverne delle qualità, piuttosto che assumerne le sembianze. Forse, grazie a ciò potremmo capire perché Kaido potrebbe non aver avuto un Frutto del Diavolo risvegliato: egli inseguiva il suo sogno di essere sconfitto da JoyBoy, cosa che probabilmente andava in contrasto con il sogno che invece si potrebbe ritrovare nella creazione di un drago, un essere mitologico dotato di una potenza impressionante e simbolo della forza.

Per quanto riguarda Law, egli invece è riuscito a risvegliare il suo Frutto perché spinto dalla volontà di prendersi cura delle persone a lui care; Doflamingo, invece, è stato un manipolatore provetto, cosa che si collega piuttosto bene con il potere dei suoi fili e il suo talento nel creare delle “marionette” da usare per i suoi scopi: forse è proprio quest’ultimo intento ciò che ha spinto qualcuno a desiderare un potere in grado di farlo.

Lucci è un uomo molto crudele, non di troppe parole e con un’indole da predatore, assassina e brutale; questi sentimenti provenienti dal passato, potrebbero aver infine assunto la forma di un leopardo per rappresentarsi al meglio.

Anche il modo in cui qualcuno ottiene un Frutto potrebbe mostrare se vi è un possibile legame tra esso e il suo utilizzatore: pensiamo alla scena decisamente comica che ha portato Luffy a mangiare il suo Frutto dopo tutte le peripezie di Shanks per sottrarlo al Governo, oppure al modo criminoso in cui Barbanera si è appropriato dello Yami Yami no Mi.

Potrebbe interessarti:

ONE PIECE 1069, NUOVA RIVELAZIONE SULLA MADS SVELA CHI È IL VERO CREATORE DEL GRUPPO SCIENTIFICO [SPOILER]

Articoli correlati

Marina Flocco

Marina Flocco

Fruitrice seriale di videogiochi, anime, manga, tutto ciò che è traducibile dal giapponese.

Condividi