Dr Commodore
LIVE

La Disney vuole attori più giovani: crea un’intelligenza artificiale che ringiovanisce

La Disney vuole dimostrare di essere in grado di “far tornare giovane” chiunque, nel vero senso della parola. Sfruttando un’intelligenza artificiale sviluppata internamente, l’azienda che ha fatto sognare generazioni intere dice di essere finalmente in grado di rendere l’aspetto dei propri attori molto più giovane in modo piuttosto semplice e poco costoso.

Infatti, pare che l’azienda non voglia replicare il grande lavoro di effetti speciali costosi e vistosi come quelli visti in Ant-Man and the Wasp. Per ottenere risultati come quelli del film, in cui i suoi attori sembrano molto più giovani, c’è stato bisogno di ore e ore di lavoro da parte dei costumisti e, in alcuni casi, di rigenerare l’intero volto degli attori al computer.

Disney starebbe dunque cercando soluzioni alternative, e una di queste sarebbe proprio il ricorso all’intelligenza artificiale.

disney intelligenza artificiale

La tecnologia non è nuova, il risultato sì

Lo sviluppo dell’AI di Disney è iniziato due anni fa. Ai primi stadi di sviluppo, l’intelligenza era in grado di scambiare i volti dei soggetti nei video con una risoluzione e qualità all’altezza di quella che si richiede in ambito cinematografico. Quest’anno, però, l’azienda è passata in modo deciso allo step successivo.

Ora, infatti, riesce a rendere in modo perfetto l’immagine dell’attore in modo tale che eventuali rughe e difetti siano rimossi, il tutto in una manciata di secondi e dicendo basta a settimane e settimane di lavoro.

Ciò è stato possibile attraverso le reti neurali e il machine learning. Non si tratta di nulla di nuovo, nel senso che il tentativo di ringiovanire tramite AI è stato già tentato in passato, ma fino a ora i risultati non erano mai stati così convincenti. Disney ha prodotto uno strumento che è finalmente conforme agli standard hollywoodiani.

Per fare ciò, gli ingegneri dell’azienda si sono serviti di un enorme database con migliaia d’immagini generate in modo randomico. Le tecnologie già esistenti di ringiovanimento sono poi state usate per invecchiare e ringiovanire migliaia dei soggetti generati, e i risultati sono a loro volta stati utilizzati per addestrare le reti neurali.

In questo modo, l’attore adesso può mantenere le sue feature facciali ottenendo però una pelle perfetta, priva di rughe e che lo fa sembrare molto più giovane. Inoltre, la tecnologia è in grado di seguire i movimenti del volto e degli occhi, adattandosi perfettamente anche alle varie condizioni di luce.

Fonte: 1

Potrebbe interessarti anche: DRAGON BALL, GOKU IN STILE PIXAR FA ARRABBIARE IL WEB: I FAN PENSAVANO FOSSE UN NUOVO FILM DISNEY

Articoli correlati

Condividi