Dr Commodore
LIVE

One Piece: dopo Vegapunk, arriva la verità su un altro dei personaggi più misteriosi della serie [SPOILER]

Alla fine di Wano, Eustass Kid ha lasciato sia i lettori di One Piece, che i personaggi all’interno della storia, decisamente spiazzati: tutto per via di una rivelazione dal potenziale decisamente importante su chi pare essere a conoscenza di dove potrebbe trovarsi il Poneglyph finale, che condurrà finalmente all’ultima isola della Grand Line, Laugh Tale.

All’interno della conversazione tenutasi tra i tre capitani e Supernove, ognuno di loro pronto a dirigersi verso una diversa rotta dopo aver visitato Wano, scopriamo che Kid sembra avere un qualche indizio su come scoprire l’ultimo filo conduttore per lo One Piece. Tuttavia, vedendo il modo con cui ne parla insieme a Killer, sembravano esserci alcuni ostacoli nel riuscire a determinare il modo in cui ottenere quest’informazione.

Definendolo in modo molto vago come un “uomo marcato dalle fiamme”, Kid ha aggiunto un ulteriore mistero a una storia già pregna di segreti come One Piece; tuttavia, proprio con gli ultimi risvolti questa sua affermazione potrebbe essere adesso molto più facile da interpretare.

one piece

L’identità dietro al nuovo mistero di One Piece

Nel capitolo 1056, Kid ha fatto riferimento a quest’uomo, senza accennare ulteriormente a cosa intendesse con l’essere stato “marchiato” dalle fiamme. Avrebbe così potuto intendere diverse cose, dall’aver ricevuto ustioni considerevoli, all’avere dei tatuaggi che sembravano mostrare delle fiamme su di sé. In ogni caso, conoscendo Oda, di sicuro si sarebbe trattato di qualcuno che abbiamo già visto nella storia, e che adesso avrebbe avuto modo di mostrare la sua rilevanza.

Con il capitolo scorso, il 1066, scopriamo un nuovo possibile candidato che potrebbe qualificarsi tra gli individui “marchiati dalle fiamme”, ovvero Jaguar D. Saul. Essendo stato un Gigante che ha avuto modo di viaggiare in lungo e in largo nel mondo, arrivando ad incontrare anche una persona decisamente importante per Ohara, l’archeologa e studiosa Nico Olvia, madre di Nico Robin.

Dalla donna egli ha scoperto gli orrori compiuti dalla Marina, ed è successivamente arrivato a comprendere gli obiettivi perseguiti dagli abitanti di Ohara nel rivelare la storia celata nei Poneglyph riguardo il Regno Antico. Dopo aver conosciuto anche Nico Robin, egli ha fatto di tutto per proteggere la giovane ragazzina dal Buster Call, ma sembrava aver incontrato alla fine uno dei destini più tragici visti nell’opera di Eiichiro Oda.

Negli scorsi capitoli, però, questo evento ha subito un’importante variazione: dopo che Kuzan lo congelò sull’isola, Saul si sarebbe poi liberato forse proprio grazie alle fiamme che inghiottirono il luogo nel corso del Buster Call. In seguito, insieme ad altri Giganti, ha poi deciso di trasportare i libri lanciati nel lago di Ohara ad Elbaf, i quali molto probabilmente nascondevano ancora delle informazioni cruciali sul passato.

Vegapunk ha assistito all’intera scena di “salvataggio” dei tomi, e lui stesso racconta di essersi diretto sull’isola dei Giganti per studiare il contenuto dei libri. Nelle pagine che vengono mostrate durante il suo racconto, vediamo anche uno spiraglio del Gigante che ha condotto questa spedizione, ricoperto di bende dalla testa ai piedi, e per questa ragione impossibile da identificare. Nico Robin però si mostra piuttosto sollevata, lasciando intendere come molto probabilmente quel Gigante sia Saul.

Elbaf è sempre stato un luogo che ha interessato i fan di One Piece, e l’età secolare dei suoi abitanti gioca sicuramente un fattore cruciale sulle conoscenze che essi potrebbero avere per quanto riguarda il Secolo di Vuoto. Unito ciò alle conoscenze ereditate da Ohara, è più che possibile che, se il Road Poneglyph non si trova qui, allora Saul potrebbe essere davvero colui che ne conosce la posizione.

Potrebbe interessarti:

ONE PIECE, IL VERO PIANO DI TRAFALGAR LAW E X DRAKE: UNA TRAPPOLA PER BARBANERA? [SPOILER]

Articoli correlati

Marina Flocco

Marina Flocco

Fruitrice seriale di videogiochi, anime, manga, tutto ciò che è traducibile dal giapponese.

Condividi