Dr Commodore
LIVE

Dragon Ball: perché la trasformazione in Super Saiyan 3 è così rara? Quali sono i requisiti per utilizzarla?

Dragon Ball ci ha da sempre abituati a tantissime trasformazioni e forme diverse e Super, il sequel attualmente in corso, non è mai stato da meno nonostante qualche recente correzione in corso d’opera. C’è, però, una trasformazione che negli anni è stata poco sfruttata, nonostante il suo immenso potenziale.

Stiamo parlando naturalmente del Super Saiyan di terzo livello, che rappresenta anche il massimo livello di potenziale raggiungibile sfruttando la leggendaria trasformazione della razza Saiyan, che tuttavia viene raggiunta soltanto da Goku e utilizzata solo durante la Saga di Majin Bu. Certo, anche Gotenks è riuscito a raggiungere tale livello, tuttavia dal momento che si tratta di una fusione e non del potere di un singolo individuo il discorso è ben diverso. Oltretutto, Goten e Trunks sono stati istruiti direttamente da Goku nell’uso di tale tecnica.

Persino Dragon Ball Super, con l’avvento di trasformazioni successive definite più vantaggiose da utilizzare sembra aver definitivamente accantonato il Super Saiyan 3, ma la domanda che dovremo porci è… Perché viene utilizzata così poco?

dragon ball

La motivazione fondamentale ci viene fornita direttamente da Goku nel corso del manga. È vero che il Super Saiyan 3 rappresenta l’apice del potere che un Saiyan può raggiungere ma è vero anche che tale forma consuma completamente il ki di un guerriero molto più velocemente di tutte le altre trasformazioni, pertanto non è per niente vantaggiosa in uno scontro che si preannuncia lungo e difficile, anzi potrebbe trasformarsi in morte certa per il combattente una volta che questo ha esaurito tutte le sue energie.

Contro un avversario che si conta di riuscire a sconfiggere in poco tempo, invece, potrebbe essere l’ideale ma raramente abbiamo visto nemici di questo tipo nell’opera di Akira Toriyama, perciò possiamo capire molto bene perché tale trasformazione sia stata esclusa dal tavolo delle possibilità così presto dopo la sua introduzione.

Eccezioni e requisiti per usare senza limiti la trasformazione in Super Saiyan 3

Abbiamo chiarito che il problema principale del Super Saiyan 3 è che consuma il ki dell’utilizzatore troppo velocemente, rischiando di lasciarlo senza energie prima della fine dello scontro, tuttavia in Dragon Ball è presente un’eccezione che rende possibile sfruttare al meglio tale trasformazione senza correre troppi rischi.

Nel capitolo 476 del manga infatti Goku spiega che il Super Saiyan di terzo livello è una trasformazione che può essere utilizzata in modo efficace solo “in un altro mondo”:

“È qualcosa che puoi usare solamente in un altro mondo. Se la utilizzi [nota: il Super Saiyan 3] in un posto in cui il tempo scorre, come la terra, usa fin troppa energia e ti lascia completamente esausto…”

Dragon Ball

In breve, utilizzare il Super Saiyan 3 sulla Terra o in un luogo in cui il tempo scorre in maniera normale è praticamente un suicidio per l’utilizzatore. In tali circostanze è decisamente meglio utilizzare un’altra trasformazione come il Super Saiyan 2 che, nonostante sia meno potente, consente al guerriero di mantenere le forze più a lungo.

Detto ciò, in Dragon Ball sono presenti numerose eccezioni in cui, dal momento che il tempo non scorre come sulla Terra, sarebbe possibile utilizzare senza limiti il Super Saiyan 3: stiamo parlando ad esempio della Stanza dello Spirito e del Tempo, in cui il tempo scorre molto più lentamente che sul resto del pianeta, oppure l’aldilà, in cui il tempo sembra non scorrere affatto.

Il Super Saiyan 3 dunque rappresenta sicuramente una delle trasformazioni più geniali introdotte in Dragon Ball, gestita perfettamente sia dal punto di vista dei limiti e delle potenzialità, sia per quanto riguarda le spiegazioni a riguardo.

Leggi anche: Dragon Ball Super, diremo addio per sempre alle trasformazioni in Super Saiyan? Toriyama lo aveva previsto

Articoli correlati

Daniela Reina

Daniela Reina

Studentessa, nel tempo libero viaggia attraverso tempo, spazio e mondi di fantasia in compagnia di qualche buona lettura o serie. Il suo manga preferito è Berserk, l'anime Neon Genesis Evangelion.

Condividi