Dr Commodore
LIVE

Che cos’è l’hashtag #mahsaamini che popola i commenti delle influencer su Instagram?

Se utilizzate Instagram quotidianamente, forse avrete notato che negli ultimi i giorni i commenti ai post di molte star e influencer sono popolati da un determinato hashtag: ovvero, “#mahsaamini“. Il motivo di questo trend è legato ai recenti eventi avvenuti in Iran: parliamo infatti della tragica morte di Mahsa Amini.

#mahsaamini: quando la libertà ha un tragico prezzo

Il mondo è stato scosso lo scorso 16 settembre dalla notizia della morte sospetta di Mahsa Amini in Iran. La ragazza era stata arrestata dalla polizia morale iraniana per un uso “improprio” dell’hijab, visto che non le copriva completamente i suoi capelli. Poche ore dopo, Mahsa Amini è deceduta in ospedale, ufficialmente per “un attacco cardiaco”. Una notizia che non ha convinto la stampa che si oppone al regime iraniano e il resto del mondo.

E infatti, si è subito scoperto che la ragazza è morta a seguito delle violenze subite da parte della polizia morale: come riporta Open, diversi testimoni oculari avrebbero assistito al pestaggio della povera Amini subito dopo l’arresto, torturata all’interno del furgone della polizia morale.

masha amini iran

A confermare questa versione taciuta dal governo iraniano è stato il cugino di Amini, Ergan Mortezai: in un’intervista esclusiva a Sky News, egli ha ribadito che la ragazza è stata brutalmente “torturata e insultata” mentre veniva trasportata alla stazione di polizia. Quando è stata portata in ospedale, Mahsa Amini era già morta “da un punto di vista medico”: e la causa sarebbe stata una seria “commozione cerebrale”, provocata da un colpo alla testa.

Dopo la sua morte, migliaia di persone sono scese in piazza per protestare contro il governo iraniano. Fino ad adesso, sono state arrestate 1200 persone e sono stati uccisi 76 manifestanti. Ad aumentare la rabbia degli iraniani è stata anche la morte di Hadith Najafi, la ragazza che era diventata simbolo delle proteste per la morte di Amini.

Hadith Najafi

Le persone sono scese “in piazza” anche sui social network: per questo motivo, come già accennato, l’hashtag “#mahsaamini” è diventato tra i più popolari su Twitter e su Instagram. In particolare, sul social di Zuckerberg gli utenti stanno proprio commentando con l’hashtag “#mahsaamini” i post su Instagram delle principali influencer e star.

L’obiettivo delle persone che utilizzano l’hastag “#mahsaamini” è portare all’attenzione delle star gli ultimi eventi che stanno scuotendo l’Iran. Un esempio sono i recenti post di Chiara Ferragni, dove l’hashtag “#mahsaamini” è diventato molto popolare tra i commenti:

Post di Chiara Ferragni

A lanciare un appello a tutto il mondo per unirsi “in solidarietà” con i manifestanti è stato il regista iraniano Asghar Farhadi, vincitore di due Oscar al miglior film straniero. Proprio con un video su Instagram, Farhadi ha voluto portare all’attenzione la folla di “donne coraggiose” che insieme a molti uomini, stanno guidando le proteste in Iran, in difesa dei “diritti fondamentali che lo Stato iraniano ha negato per anni”.

Alcune star hanno già risposto all’appello dei manifestanti iraniani, come per esempio il co-fondatore dei Pink Floyd Roger Waters, anche’egli in prima linea con l’hashtag “#mahsaamina”:

Fonti: Open, Sky News, Alarabiya News

LEGGI ANCHE: Continua la rivolta in Iran, il governo blocca internet

donne Iran protesta velo

Articoli correlati

Condividi