Dr Commodore
LIVE

Elon Musk tenta di attivare Starlink in Iran e viene bloccato dal Paese

Elon Musk a quanto pare ha attivato il suo nuovo servizio Starlink in Iran quando al momento il Paese sta subendo un’interruzione della rete internet. Il progetto Starlink è ambizioso è riguarda la costituzione di una costellazione di migliaia di satelliti pensata appositamente per portare le connessioni internet ad alta velocità in tutto il mondo.

Nel corso della giornata d’ieri Karim Sadjadpour, senior fellow presso il think tank globale Carnegie Endowment for International Peace ha condiviso anche un Tweet dove ha confermato di aver parlato con lo stesso Elon Musk di Starlink:

“Richiede l’uso di terminali nel paese, che sospetto il governo [iraniano] non supporterà, ma se qualcuno riesce a far entrare i terminali in Iran, funzioneranno.”

Sadjadpour, che è professore aggiunto presso la Georgetown University, sempre sul suo Twitter ha poi discusso dei problemi che sta portando e porterà Starlink, a proposito delle aggravanti riguardanti il finanziario e il logistico. Il tutto dopo aver confermato di aver discusso con lo stesso Elon Musk.

“L’installazione e il mantenimento di migliaia di terminali Starlink in Iran costerà molti milioni di dollari”, ha affermato nel tweet. “Questa sfida è superabile”.

Elon Musk attiva Starlink in Iran durante un’interruzione della rete internet!

Il progetto Starlink prevede la costituzione di una costellazione di migliaia di satelliti ed è stata pensata da Musk per portare le connessioni internet ad alta velocità

Sadjadpour ha twittato che, sebbene più di 15.000 terminali Starlink siano stati consegnati all’Ucraina, il governo del presidente Volodymyr Zelenskyy è un alleato. Sadjadpour ha affermato che il governo iraniano vuole chiudere internet per avere una sorta di controllo maggiore sulla popolazione.

In Iran sono state confermate delle interruzioni di corrente e quindi anche d’internet, successivamente alla morte di Mahsa Amini, una ragazza di 22 anni deceduta sotto la custodia della polizia. La polizia di Teheran ha successivamente dichiarato che l’arresto serviva da esempio al comportamento della popolazione, negando ovviamente il loro coinvolgimento al riguardo della sua morte. Elon Musk si è comunque opposto.

NetBlocks ha poi dichiarato nella giornata di lunedì che c’è stata una “quasi totale interruzione” della connessione a Internet in alcune parti della provincia del Kurdistan, nell’Iran occidentale, e una “parziale interruzione” della rete Internet a Teheran.

Elon Musk ha dichiarato il 19 settembre che Starlink avrebbe richiesto un’esenzione dalle sanzioni contro l’Iran per fornire servizi Internet nel Paese. Il Segretario di Stato Antony Blinken ha annunciato venerdì che gli Stati Uniti hanno rilasciato una licenza generale per fornire internet agli iraniani. In risposta, Elon Musk ha twittato che Starlink era in procinto di essere attivato in Iran.

Dopo il tweet del noto imprenditore, l’emittente Iran International ha riferito che il sito ufficiale di Starlink era stato bloccato nel Paese.

Fonte Business Insider, Twitter 123

Articoli correlati

Condividi