Dr Commodore
LIVE

YouTube: 10 pubblicità di fila a video, ma è solo un esperimento

In questi giorni YouTube ha fatto molto parlare di sé per l’intensificazione della presenza di annunci pubblicitari nei video pubblicati sulla piattaforma guardati da coloro che non dispongono di un account con abbonamento Premium (al momento del costo di 11,99 euro al mese).

Secondo quanto testimoniato da alcuni utenti di Reddit, ci sono stati casi di 10 spot pubblicitari di fila prima della visione di un video. Nei video di durata più lunga i 10 spot sono invece distribuiti per tutta la durata del video, cosa che risulta fastidiosa per la visione del filmato. Normalmente molte pubblicità sulla piattaforma possono essere saltate dopo pochi secondi, ma nessuna delle 10 pubblicità in questione poteva essere saltata.

Molti utenti si sono subito preoccupati di questio fenomeno della piattaforma che prende il nome di bumper ads. L’account Twitter di TeamYouTube ha poi rivelato che le pubblicità trasmesse di fila hanno una durata di soli 6 secondi a testa (probabilmente questo il motivo per cui non possono essere saltate), per un totale quindi di un intero minuto di pubblicità. Per molti l’unica soluzione sembrava quella di sottoscrivere un abbonamento Premium, ma alla fine si è scoperto che tutto questo…semplicemente un esperimento.

Le 10 pubblicità non skippabili nei video di YouTube: l’esperimento

Ieri infatti Google ha commentato questa situazione della sua piattaforma, rivelando che si trattava solo di un semplice esperimento che ora può considerarsi concluso. Nella dichiarazione ufficiale rilasciata a 9to5Google si può leggere che in YouTube sono concentrati ad aiutare i vari brand a connettersi con il mondo, e per questo testano sempre nuovi modi di mostrare pubblicità che possano migliorare l’esperienza degli spettatori:

“Abbiamo condotto un esperimento a livello globale che ha offerto annunci in un singolo contenitore pubblicitario quando gli spettatori guardavano video più lunghi sulle TV connesse alla piattaforma. Il nostro obiettivo è quello di creare un’esperienza migliore per gli spettatori riducendo le interruzioni pubblicitarie nei video. Abbiamo concluso questo piccolo esperimento”

Per ora quindi non sembra che il fenomeno bumper ads diventerà la normalità, e molti utenti possono tirare quindi un sospiro di sollievo e vedere video con tutta tranquillità, con solo due o tre pubblicità.

Fonte: HDBlog.it.

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi