Dr Commodore
LIVE

Dopo Berlusconi, anche Matteo Renzi è su TikTok e si dichiara “l’esperto di first reaction: shock”

Anche Matteo Renzi arriva su TikTok. Dopo la notizia di queste ore che l’ex premier, politico e imprenditore Silvio Berlusconi è sbarcato ufficialmente su TikTok, anche un altro politico italiano ha deciso che oggi, 1 settembre, è la giornata giusta per entrare a far parte della piattaforma cinese attualmente molto famosa.

Matteo Renzi si è annunciato sulla piattaforma solamente poche ore dopo Berlusconi. La sua presentazione è stata piuttosto diversa da quella di Berlusconi: mentre quest’ultimo ha posto l’accento sull’app stessa e sui suoi giovani utenti, Renzi ha deciso di porsi agli spettatori cercando di scavare nei loro ricordi e nei meme che hanno popolato i social negli scorsi anni.

Ed è così che Renzi si pone agli utenti: si presenta come “l’esperto di first reaction shock e di shish”, reputandoli comunque “linguaggi quasi più complessi del corsivo”.

matteo renzi silvio berlusconi tiktok shish shock

Il diverso approccio ai giovani tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi su TikTok

Il video postato dall’ex premier inizia con un pensiero che, effettivamente, tutti si stanno ponendo: perché adesso c’è anche lui su TikTok? Domanda alla quale viene risposto piuttosto chiaramente: “il primo video arriva proprio in questo momento, a 25 giorni dalle elezioni. È vero che la campagna elettorale porta tutti noi a voler trovare dei nuovi canali per dialogare e discutere”.

È esattamente quello che sta accadendo, dopo tutto: negli ultimi mesi si è assistito a una campagna elettorale combattuta a colpi di social e meme. Anche la cultura nerd ha iniziato a far parte della politica, come ha dimostrato un’iniziativa attuata da un partito italiano di cui avevamo parlato negli scorsi articoli.

Renzi ha continuato il discorso del suo primo video parlando dei ruoli che hanno contraddistinto la sua carriera politica. Parla di quando è stato presidente del Consiglio e di quel periodo in cui è stato il sindaco di Firenze. Detto ciò, passa a ricordare pagine più personali della propria vita che reputa fondamentali, come quando è stato un arbitro di calcio e un capo boyscout, concludendo però di essere soprattutto un politico.

@matteorenziufficiale Anche Matteo Renzi su TikTok? First reaction? Shock! #matteorenzi #italiasulserio #elezioni #25settembre ♬ Epic Music(842228) – Pavel

Da notare è la differenza di approccio tra i due politici che è stata sottolineata precedentemente. Il modo di porsi agli utenti di TikTok, tra i due, è molto diverso, nonostante il fine sia lo stesso: mentre Berlusconi sa che, per vari motivi, non ha bisogno presentazioni e si concentra invece sul pubblico alla quale sta parlando, Renzi preferisce presentarsi ai giovani utenti come “il simpatico politico protagonista di vecchi meme”, cercando di acquisire comunque una certa autorevolezza e di avvicinarsi ai giovani.

Si sa che la politica, in tempo di elezioni, cerca in tutti i modi di convincere gli indecisi. Inoltre è indubbio che, in un’era in cui sempre meno giovani under 35 sono convinti su cosa andare a votare, per i politici la presenza su TikTok è una occasione troppo ghiotta per lasciare che sfugga.

Fonte: La Stampa

Articoli correlati

Condividi