Dr Commodore
LIVE

One Piece: Shanks il Rosso visto dalla prospettiva di un Marine

In One Piece abbiamo visto come in numerose occasioni anche solo la minima apparizione in scena del personaggio di Shanks il Rosso è in grado d’impressionare le persone, fermare momentaneamente gli eventi, e addirittura alterarne il loro corso. La sua nomea è quella di un Imperatore dall’Haki invincibile, con una forza tale da non necessitare neanche un Frutto del Diavolo o una gigantesca flotta per ottenere uno dei titoli riservati agli individui più temuti dalla Marina, e considerati estremamente pericolosi persino dal Governo Mondiale.

Nell’ultimo episodio speciale di One Piece andato in onda queste ultime ore, facente parte di una breve serie di filler inseriti in occasione di One Piece Red e con protagonista Shanks il Rosso, vediamo alcuni dei momenti più importanti che hanno caratterizzato la vita del pirata. La scorsa settimana ci è stata mostrata la separazione avvenuta tra lui e la figlia adottiva Uta vista dalla prospettiva di Luffy, ma stavolta l’ottica è stata spostata su una serie di ricordi relativi a Shanks mediante una narrazione portata avanti dal marine Kobi.

La puntata inizia con una nave della Marina che va dirigendosi verso l’isola di Elegia per il concerto di Uta, con lo scopo di ottenere informazioni sull’isola e sulla ragazza. Da qui, Kobi inizia a riflettere sulle azioni di Shanks il Rosso, sospettato di aver devastato l’isola per una qualche ragione non specificata; quando Helmeppo però sottolinea una strana connessione tra il marine e il famoso pirata, Kobi inizia a ricordare le azioni di cui Shanks è stato autore nella guerra di Marineford, momento che ha segnato particolarmente la sua vita e la storia di One Piece.

shanks akainu sakazuki one piece

Potrebbe interessarti:

ONE PIECE 1059, LE TEORIE: IN ARRIVO UNO SCONTRO TRA VECCHIE CONOSCENZE DI LUFFY? [SPOILER]

One Piece e la battaglia tra pirati e Marina

Koby rilascia un dialogo speciale nel corso dell’episodio speciale:

“Shanks il Rosso è certamente un pirata, ma non si comporta molto da pirata. La persona che vidi allora, in quel posto… Era troppo incredibile per essere considerato un semplice pirata. È amato dai suoi compari, e persino alcuni ufficiali della Marina lo rispettano. Mi ha salvato, nonostante io sia un nemico. Nel senso del non sembrare affatto un pirata, anche Luffy è uguale sotto questo aspetto…

Nonostante io sia in debito con loro, sia Shanks che Luffy-san… sono pirati che dovrò arrestare in qualità di Ufficiale della Marina. Per fare ciò, dovrò diventare ancora e ancora più forte…”

Quando durante la battaglia a Marineford Kobi tentò con un gesto disperato di fermare Sakazuki, intromettendosi per evitare di vedere ulteriori spargimenti di sangue, fu l’arrivo del Rosso a salvarlo dal destino che stava per cadere sulla sua testa, fermando l’attacco dell’Ammiraglio; quest’ultimo, inoltre, è apparso sensibilmente scioccato da ciò, non aspettandosi un intervento proprio da parte del noto Yonko. Davanti ad una schiera di marine stupiti, Shanks ha usato le sue capacità di diplomazia, il dialogo e una forte abilità di convincimento, e fu lui la sola persona che riuscì a convincere Barbanera e il resto degli Ammiragli a desistere dal continuare ulteriormente una guerra che aveva già causato troppe perdite.

Nonostante l’incertezza della Marina, Sengoku stesso disse di provare rispetto per Shanks, accettando così di terminare la battaglia solo perché gli è stato chiesto proprio da lui. Tornando alla narrazione nel presente, Kobiriconosce come Shanks non sia considerabile un vero e proprio pirata, almeno, non nel senso comune del termine, e lo stesso varrebbe per Luffy. Da come ne parla, si comprende il livello di ammirazione che il marine prova verso un individuo così forte, ma che in realtà viene considerato un famigerato pirata, dunque un criminale da fermare.

Tuttavia, le azioni del Rosso non sono paragonabili a quelle dei normali furfanti: i pirati non sono certamente “i buoni” di questo mondo, eppure è grazie ad un pirata che si è riusciti ad evitare una fine tragica in quella guerra. Shanks ha protetto Kobi riconoscendone il coraggio e la determinazione, e sostenendo anche come con questa sua volontà di sacrificarsi egli sia riuscito a cambiare il futuro della storia.

Koby, d’altro canto, ritiene di essere stato salvato dal Rosso, e prima di lui ancora da Luffy: sa di avere un debito con entrambi da dover ripagare, ma ciononostante egli rimane legato al suo status di marine, protettore della popolazione e difensore della legge, un soldato del mare destinato dunque a dover affrontare anche loro presto o tardi.

Potrebbe interessarti:

ONE PIECE, TROPPE QUESTIONI RIMASTE IN SOSPESO: ODA SI È AFFRETTATO A FINIRE WANO?

Articoli correlati

Marina Flocco

Marina Flocco

Fruitrice seriale di videogiochi, anime, manga, tutto ciò che è traducibile dal giapponese.

Condividi