Dr Commodore
LIVE

Android 13 è ufficiale da oggi, questi gli smartphone che riceveranno l’aggiornamento

Dopo tante speculazioni e una lunghissima attesa, Google ha rilasciato la versione ufficiale del sistema operativo Android 13 per gli smartphone Pixel.

La mossa, alquanto inaspettata vista l’assenza di anticipazioni, ha scatenato una sorta di “garatra i principali produttori di dispositivi Android per adattare l’ultima versione del sistema operativo alle proprie macchine.

Le novità introdotte da Android 13

Sebbene la nuova versione del sistema operativo non sia rivoluzionario quanto si possa pensare, Android 13 presenta delle importanti aggiunte rispetto alle versioni precedenti che faranno sicuramente piacere agli utenti.

Android 13

Una delle più importanti novità riguarda le applicazioni di terze parti, ossia quelle che non sono state sviluppate direttamente da Google. Queste d’ora in poi potranno essere personalizzate in modo tale da rispecchiare la palette cromatica dello sfondo o di combaciare con il tema scelto sullo smartphone. Tutto ciò determinerà la coerenza grafica dell’apparecchio e, di conseguenza, un migliore appeal per l’utente.

Altra feature introdotta con Android 13 riguarda la possibilità di impostare manualmente la lingua per le singole applicazioni, che può essere diversa da quella scelta per il sistema operativo. Ciò risulta utile sia per chi è poliglotta, sia per coloro che vogliono imparare un’altra lingua.

Terza novità introdotta è la possibilità di personalizzare la modalità sonno in modo tale da potersi adattare sia al tema scuro che all’oscuramento dello schermo. Ciò aiuterà ad abituare gli occhi al buio nel momento in cui si vuole andare a dormire.

LEGGI ANCHE: Virgin Fibra approda in Italia: connessione senza vincoli

Con Android 13 finalmente si possono selezionare manualmente le foto e i video ai quali si vuole fornire accesso alle applicazioni. Ciò rappresenta un enorme passo avanti per la tutela della privacy e per la sicurezza dei dati personali.

Oltre a tutto ciò, con il nuovo aggiornamento le app scaricate non invieranno più notifiche automaticamente, dovranno invece richiedere il permesso all’utente. Questa è sicuramente una novità minore, ma che sarà sicuramente apprezzata dagli utenti che non avranno più in disordine la propria bacheca.

Google Android Lockbox

Altra novità inserita con Android 13 è l’audio spaziale, ossia la tecnologia, già implementata da tempo su iPhone, che permette allo smartphone di modificare la sorgente dell’audio in base ai movimenti della testa dell’utente, garantendo così un maggiore senso di immersione. Per usufruire di questa feature però si dovranno indossare delle cuffie compatibili.

Da ultimo, la nuova versione del robottino verde inserisce il Bluetooth Low Energy che punta a garantire una migliore qualità audio a fronte di una minore latenza del trasferimento dei dati.

Guai in casa Samsung

Sebbene Android 13 sia già uscito, Samsung sembra arrancare nello sviluppo dell’aggiornamento per la linea Galaxy. Infatti, per il momento, una prima versione beta di Android 13 di Samsung è stata rilasciata in Corea del Sud, in Germania e negli Stati Uniti solo per il modello Galaxy S22.

L’aggiornamento non è invece stato rilasciato in India e in Cina, Paesi in cui l’azienda coreana è solita rilasciarli. Questo importante ritardo nel rilascio globale della stable beta potrebbe essere determinato da problemi nello sviluppo del software. In ogni caso, il lancio globale dell’aggiornamento dovrebbe avvenire il 25 agosto.

Samsung Galaxy S22 Ultra colori

La lista degli smartphone che si aggiorneranno

Ecco i dispositivi che si aggiorneranno a Android 13:

  • Pixel 6;
  • Pixel 6 Pro;
  • Pixel 6a;
  • Pixel 5;
  • Pixel 5a;
  • Pixel 4a;
  • Pixel 4a 5G;
  • Pixel 4;
  • Pixel 4 XL;
  • Xiaomi12, 12 Pro, 12X, 12S, 12S Pro, 12S Ultra, 12 Lite, 12T e 12T Pro;
  • Xiaomi 11T, 11T Pro, 11 Lite 4G, 11 Lite 5G, 11 Lite 5G NE, 11 LE, 11, 11i, 11 Ultra, 11 Pro, 11X e 11X Pro;
  • MIX 4;MIX FOLD e MIX FOLD 2;
  • Mi Note 10 Lite;
  • Mi 10, Mi 10i 5G, Mi 10S, Mi 10 Pro, Mi 10 Lite, Mi 10 Ultra, Mi 10T, Mi 10T Pro e Mi 10T Lite;
  • Pad 5, Pad 5 Pro e Pad 5 Pro 5G;Redmi Note 11, 11 5G, 11 SE, 11T 5G, 11 Pro, 11 Pro+ 5G, 11S e 11S 5G;
  • POCO X3 Pro, X3 NFC, X4 Pro 5G, X3 GT, X4 GT e X4 GT+;
  • Redmi Note 10, 10S, 10 Lite, 10 5G, 10T 5G e 10 Pro 5G;
  • POCO F4, F4 Pro, F3 e F3 GT;
  • Redmi Note 9 4G, 9 5G, 9T 5G e 9 Pro 5G;
  • POCO M4, M4 Pro 4G e M4 Pro 5G;Find X5 Pro, Find X5;
  • Find X3 Pro, Reno8 Pro 5G;Reno8 5G, Reno7 Pro 5G, Reno7 5G, Reno7, Reno6 5G, F21 Pro, K10 5G, A77 5G, A76;
  • Reno7 Z 5G, Reno6 Pro 5G, Reno6 Pro 5G Diwali Edition, Reno6 Z 5G, Reno5 Pro 5G, Reno5 Pro, F21 Pro 5G, F19 Pro+, K10, A96;
  • Find X5 Lite 5G, Find X3 Neo 5G, Find X3 Lite 5G, Find X2 Pro, Find X2 Pro Automobili Lamborghini Edition, Find X2, Reno8, Reno8 Z 5G, Reno5 5G, Reno5 Z 5G, A94 5G, A74 5G;
  • Oppo Pad Air, Reno8 Lite 5G, Reno7 Lite 5G, Reno7 A, Reno6, Reno6 Lite, Reno5, Reno5 Marvel Edition, Reno5 F, Reno5 Lite, Reno5 A, F19 Pro, F19, F19s, A95, A94, A77, A74, A57, A57s, A55, A54 5G, A53s 5G, A16s.

Fonti: Il Corriere della Sera, Optimagazine

Articoli correlati

Condividi