Dr Commodore
LIVE

Lewis Hamilton stava per diventare un pilota di caccia nel film di Tom Cruise “Top Gun: Maverick”

Il pilota della Mercedes e sette volte campione del mondo di Formula 1 Lewis Hamilton ha detto di aver dovuto rifiutare l’offerta, datagli tempo fa da Tom Cruise, di recitare come pilota di caccia nel suo ultimo film di successo “Top Gun: Maverick”. La causa del rifiuto, ha spiegato il pilota, è dovuta ai suoi improrogabili impegni in F1.

Il pilota ha parlato di tale occasione sfumata in un’intervista di settembre, nella quale diceva di essere stato molto entusiasmato dalla prospettiva di ottenere una parte nel film essendo un grande fan del lavoro originale del 1986: “Top Gun”.

Non è la prima volta che il nome di Hamilton è stato fatto da importanti volti del grande schermo: a giugno Apple aveva rivelato di star supportando un film di Brad Pitt sulla Formula 1, prodotto da Jerry Bruckheimer e diretto dallo stesso regista di “Top Gun: Maverick” Joseph Kosinski. Anche in questa occasione è uscito fuori il nome di Hamilton che, secondo Bruckheimer, era “molto coinvolto” nel progetto.

lewis hamilton top gun tom cruise brad pitt

L’amicizia tra Lewis Hamilton e Tom Cruise e l’offerta sfumata

Hamilton, nel corso dell’intervista dalla quale deriva la rivelazione, ha sottolineato la sua amicizia con Tom Cruise, sviluppatasi dopo aver visitato il set di Edge of Tomorrow. L’offerta ricevuta avrebbe effettivamente coronato quella che era la sua ossessione quando era bambino, nata proprio dai film di Top Gun: essere un pilota di caccia.

“Fondamentalmente sono un amico di Tom. Una delle persone più simpatiche che tu abbia mai incontrato. Mi ha invitato sul suo set anni fa quando stava facendo ‘Edge of Tomorrow’, e poi abbiamo costruito un’amicizia nel tempo.

Hamilton ha spiegato che, una volta saputo dell’uscita del nuovo Top Gun, non si è potuto trattenere dal chiedere al suo amico un qualche ruolo nella produzione del film:

“Quando ho sentito che il secondo sarebbe uscito, ho pensato, ‘Oh, mio ​​Dio, devo chiederglielo’. Ho detto ‘Non mi interessa che ruolo sia. Spazzerò anche qualcosa, sarò quello che pulisce dietro le quinte”.

Nonostante la sua apertura a qualunque ruolo, Tom Cruise gli offrì la possibilità di divenire proprio uno dei piloti dei caccia da lui tanto sognati. Tutto è finito, però quando il pilota ha saputo che la produzione del film sarebbe stata proprio durante la fine della stagione di Formula 1. A quel punto, Hamilton si è reso conto che non ci sarebbe stato abbastanza tempo per girare e prepararsi al meglio per le gare.

Lewis Hamilton, avendo una grandissima esperienza come pilota di Formula 1 e dunque un’ottima forma fisica in grado di resistere a forze e temperature estreme, sarebbe decisamente arrivato preparato al ruolo (contando anche che gli attori del film hanno dovuto affrontare un vero addestramento da piloti per prepararsi alle riprese). Il pilota ha dovuto però rifiutare:

“Sono un perfezionista, semplicemente non c’era tempo.”

Ha aggiunto anche che la telefonata con cui ha dovuto riferire a Cruise e Kosinski la sua impossibilità di partecipare è stata “la chiamata più sconvolgente che penso di aver mai avuto”. Intanto, Top Gun: Maverick è uscito nelle sale e ha recentemente superato il miliardo di dollari al botteghino mondiale, rendendolo sia il film di maggior successo di Cruise che di Paramount.

Dato il successo travolgente del film, non sarebbe uno shock vedere un’altro capitolo nel franchise. Sebbene Hamilton smentisca le voci secondo cui parrebbe pronto a lasciare la F1, se le stelle si allineeranno forse lo vedremo protagonista in Top Gun 3:

“Mentirei se dicessi che non avevo pensato di estendere il contratto. Sono ancora in missione, amo ancora guidare, continuo a mettermi alla prova. Quindi non sento di dover rinunciare presto”.

L’anno scorso, infatti, Lewis Hamilton ha firmato un nuovo contratto biennale con la Mercedes, legandolo alla squadra almeno fino alla fine del prossimo anno.

Fonte: CNET

Articoli correlati

Condividi