Dr Commodore
LIVE

One Piece, Eiichiro Oda svela l’aspetto degli esponenti dei Pirati delle Cento Bestie da piccoli

Eiichiro Oda, creatore di One Piece, finora ha reso ben chiaro il calibro dei Pirati delle Cento Bestie: spavaldi e spaventosi, la ciurma di Cappello di Paglia deve affrontare dei nemici davvero temibili. Kaido e la sua ciurma, dei veri ossi duri, durante l’arco narrativo di Wano daranno del filo da torcere a Luffy e i suoi compagni.

Come sapranno bene coloro che hanno visto di cosa sono capaci tali marrani, la parola “adorabili” non è certamente l’aggettivo giusto da utilizzare nei loro confronti. Eppure adesso sono sbucati online dei lavori di Eiichiro Oda che ritraggono le Superstar della ciurma di Kaido da bambini.

Kaido e i suoi sono fortissimi, numerosi e possono contare sulle abilità animalesche che hanno ottenuto mangiando i Frutti del Diavolo. Lo stesso Kaido, ad esempio, riesce a trasformarsi in un drago e due tra i suoi più forti compari, King e Queen, in dinosauri. Ora, però, con l’immagine trapelata su Twitter possiamo vedere Kaido e compagni in un modo ancora diverso.

one piece wano leak eiichiro oda

I disegni leakati di Eiichiro Oda, autore di One Piece

Nell’immagine presa da Twitter, rilasciata da Shonenleaks, possiamo vedere i compagni di Kaido in versione bambino, corredati anche dalle loro caratteristiche armi. In ordine, troviamo: King, Queen, Jack, Sasaki, Black Maria, Page One, Ulti e Who’s who.

Fa quasi tenerezza osservarli sotto questo aspetto, dei semplici ragazzini con dei grandi sogni da realizzare. Chi l’avrebbe mai detto che sarebbero diventati parte della ciurma di uno dei pirati più temibili mai affrontati nel mondo di One Piece?

Se ancora non conoscete One Piece, il seguente riassunto della sua trama è qui per voi:

Monkey D. Rufy è un giovane pirata sognatore che da piccolo ha inavvertitamente mangiato il frutto del diavolo Gom Gom che lo rende “elastico”, permettendogli di allungarsi e deformarsi a piacimento, a scapito, però, della capacità di nuotare. L’obiettivo che lo ha spinto in mare è quello ambizioso di diventare il “re dei pirati”. Dovrà, dunque, ritrovare il leggendario “One Piece”, il magnifico tesoro lasciato dal mitico pirata Gold Roger sull’isola di Raftel, alla fine della Rotta Maggiore, mai ritrovato e sogno di ogni pirata.

Nella sua avventura, Rufy riunirà intorno a lui una ciurma ben assortita, e si troverà in mezzo a situazioni bizzarre e stravaganti, tanto almeno quanto lo sono i personaggi, amici o nemici, presenti nell’universo che lo circonda, che raggiungono spesso livelli assurdi e grotteschi e che donano all’opera un’atmosfera surreale e divertente.

Fonte: ComicBook

Articoli correlati

Condividi