Dr Commodore
LIVE

Quella volta che il presidente del Kazakistan usò Photoshop in modo fin troppo palese nelle sue foto ufficiali

Pare che 3 anni fa, in Kazakistan, gli addetti alla comunicazione del capo di Stato Kassym-Jomart Tokayev avessero riscoperto una certa passione per Photoshop. All’epoca furono infatti rinvenute, in diverse fotografie ufficiali del leader, numerosi ritocchi ai suoi connotati, atti a farlo sembrare più giovane e autorevole. In alcuni casi il talento tecnico è piuttosto notevole.

La responsabile della scoperta fu Radio Free Europe/Radio Liberty, che si accorse dei fotoritocchi confrontando le immagini rilasciate dal governo e quelle fotografate, nello stesso posto e nello stesso momento, dai giornalisti che erano presenti ai vari eventi alla quale il capo di Stato aveva partecipato.

L’attuale presidente del Kazakistan è salito al potere a giugno del 2019, dopo le dimissioni improvvise dell’ex presidente 78enne Nursultan Nazarbaev che aveva governato il paese sin dai tempi dell’Unione Sovietica e che era addirittura stato soprannominato dai cittadini “Papa”.

L’uso fin troppo palese di Photoshop nelle foto di Tokayev

Le foto rilasciate dal governo kazako quell’anno ritraevano l’attuale presidente del Kazakistan in contesti diversi, mentre incontrava vari leader politici mondiali. A volte i ritocchi sono stati decisamente esagerati, e alcuni esperti contattati da Radio Free Europe/Radio Liberty ai tempi si sono prestati per dare il loro parere su quanto fatto alle foto.

Nelle prime due foto, possiamo vedere Tokayev incontrare l’ambasciatore americano William H. Moser a marzo: a qualche mese da quell’incontro (più precisamente a giugno) si sarebbero tenute le elezioni presidenziali e, nelle immagini rilasciate dal governo, il presidente appare molto ringiovanito in confronto a quelle pubblicate dai giornalisti.

photoshop kazakistan presidente putin orban

Andando avanti di un mese, ad aprile Tokayev incontrò Vladimir Putin e, secondo gli esperti contattati dalla radio, le immagini erano state evidentemente ritoccate usando la sfocatura della superficie per rendere più uniforme la pelle del viso:

“Puoi vedere che non è uniforme guardando da vicino il viso. Alcune parti contengono artefatti jpeg e alcune parti sono più fluide. Lavoro con questo ogni giorno e sembra che sia stato decisamente sistemato”.

Sempre ad aprile, ci furono l’incontro con il presidente sudcoreano Moon Jae-In e poi quello con il primo ministro ungherese Viktor Orban.

Anche in questi due casi il fotoritocco applicato alle immagini ufficiali rilasciate dal governo è piuttosto evidente e, come nelle altre fotografie, l’allora 65enne Tokayev appare molto più giovane rispetto al materiale pubblicato dai giornalisti.

C’è da ammettere che si vede l’impegno di chi ha modificato le immagini, che in alcuni casi si è premurato anche di adattare lo sfondo.

Anche se, facendo un po’ di attenzione, non è difficile notare l’inghippo: i capelli del presidente kazako in diverse foto appaiono sfocati e la pelle decisamente troppo perfetta.

L’immagine è la parte più importante di un politico e, in occasione della sua salita al potere, Tokayev non poteva assolutamente permettersi passi falsi, nemmeno in un paese dal governo autoritario come il Kazakistan.

Fonte: BoredPanda

Articoli correlati

Condividi