Dr Commodore
LIVE

WWE, addio storico: il CEO Vince McMahon abbandona il mondo del wrestling dopo 40 anni

Stanotte, lo storico CEO della WWE Vince McMahon ha annunciato il suo ritiro dal mondo del wrestling, dopo aver presieduto la World Wrestling Entertainment ed esserne stato direttore creativo per oltre quarant’anni. McMahon ha contribuito enormemente a portare la WWE dove è oggi, e a lui si deve anche la creazione di Wrestlemania.

L’annuncio del ritiro è stato dato su Twitter proprio dall’ormai ex CEO, comunicando che all’età di 77 anni è finalmente arrivato il suo momento di ritirarsi dalla WWE. Dopo aver ringraziato l’intero universo della World Wrestling Entertainment, McMahon ha terminato il tweet con il noto slogan della WWE: “Then. Now. Forever. Together.“.

La notizia arriva in un momento piuttosto delicato per McMahon, che al momento si trova sotto indagine con l’accusa di aver pagato milioni di dollari per coprire una relazione con una sua ex dipendente. L’accusa ha costretto McMahon, un mese fa, a lasciare il ruolo da amministratore delegato della World Wrestiling Entertainment, ma non ha placato la tempesta che lo ha coinvolto. Inoltre, non è l’unica controversia nella quale McMahon è stato coinvolto in questi anni.

wwe wrestling mcmahon

La lunga carriera in WWE e gli scandali

La notizia del ritiro di McMahon è un grande cambiamento nel mondo del wrestling, mondo di cui l’ex CEO ha fatto parte sin da prima del suo acquisto della WWE, nel 1980.  Negli anni novanta McMahon ha anche lavorato come annunciatore durante gli incontri, diventando ben presto egli stesso un importante personaggio degli spettacoli. L’imprenditore è riuscito a far diventare la WWE un impero da miliardi di dollari.

Vince McMahon è stato però protagonista di numerosi scandali durante la sua carriera, a partire dalle accuse di aver fornito steroidi ai wrestler, fino ad arrivare alle attuali accuse di molestie sessuali mosse da diverse donne nei suoi confronti. 

Secondo le accuse, McMahon avrebbe pagato ingenti somme a quattro donne per convincerle a non parlare della sua condotta. In particolare, avrebbe inviato foto di nudo, molestato una dipendente e costretto una ex wrestler a praticargli del sesso orale per poi rivalersi quando quest’ultima ha rifiutato ulteriori incontri sessuali.

Il messaggio completo rilasciato da McMahon comprende vari ringraziamenti alla sua famiglia, ai fan e all’intera WWE, oltre che alcune comunicazioni inerenti alla futura leadership dell’azienda: sua figlia, Stephanie, insieme all’attuale presidente della WWE Nick Khan, prenderanno il suo posto come co-CEO.

Fonte: Kotaku

Articoli correlati

Condividi