Dr Commodore
LIVE

Minecraft: la Cina lo fa diventare un corso universitario

L’università cinese Xianmen University avrà un corso di studio basato su Minecraft. L’annuncio arriva nei giorni scorsi da NetEase, la società cinese di tecnologia internet che, oltre a gestire la pubblicazione del famoso gioco in Cina, collabora con Blizzard per la gestione delle versioni cinesi dei suoi giochi (come World of Warcraft e Overwatch).

I dettagli sul corso non sono chiari, ma ciò che sappiamo è che il corso sarà di tipo opzionale e il suo nome sarà “Interactive design case study“. L’obbiettivo del corso sarà quello d’insegnare agli studenti, attraverso dei casi studio del gioco, quali sono gli strumenti utilizzati per il game design del gioco e come usarli per sviluppare le loro idee. La chicca del corso è la presenza, come docente, del game designer di Minecraft: chi meglio di lui saprebbe come replicare e modificare a proprio piacimento il famoso mondo a cubetti?

Quello tra l’Università di Xianmen e Minecraft non è il primo incontro tra il famoso videogioco e il mondo scolastico/educativo, ma è una novità in quanto farà parte (anche se opzionalmente) del programma didattico di un Istituto di Alta Formazione.

minecraft cina

Minecraft: la nuova frontiera dell’educazione scolastica

Lo scorso 25 marzo la Shangai Film Academy ha potuto già utilizzare il gioco di Majong per un suo progetto, e anche in altri casi Minecraft si è dimostrato un ottimo alleato per gli studenti. Il videogioco è ormai diventato molto più che intrattenimento: grazie alle sue meccaniche può diventare un utilissimo mezzo di apprendimento nelle scuole, per imparare e studiare divertendosi.

Nel novembre del 2016, inoltre, è stato rilasciato Minecraft: Education Edition. Questa versione del gioco è caratterizzata dal suo specifico scopo educativo, che permette agli insegnanti di utilizzare il videogioco come supporto didattico a qualunque materia, da quelle umanistiche, a quelle STEM alla matematica.

Minecraft: Education Edition fa già parte della realtà scolastica di alcune scuole in tutto il mondo, e anche in Italia il gioco è incluso nel Piano Nazionale della Scuola Digitale. La versione educativa è disponibile su PC e, dal 20 giugno scorso, è disponibile la versione beta anche su iOS e Android.

Fonte: SomosXbox

Articoli correlati

Condividi