Dr Commodore
LIVE
Love After World Domination

Love After World Domination, le nostre prime impressioni sulla romcom supereroistica targata J-POP

State per caso cercando un’ottima opera con la quale rilassarvi, staccare la spina e farvi qualche piccola risata? Allora Love After World Domination di Hiroshi Noda e Takahiro Wakamatsu è quello che fa per voi.

Probabilmente avete pure già sentito nominare il titolo perché in questa stagione primaverile sta venendo tramesso il suo adattamento anime prodotto dallo studio Project no.9 in simulcast su Crunchyroll (che abbiamo pure inserito tra le serie consigliate di questa stagione).

Una “relazione proibita”

La storia di Love After World Domination è ambientata in un contesto a la Super Sentai (o Power Rangers): i Gelato 5 (conosciuti anche come Freezing Sentai Gelato 5 in originale) sono un gruppo di eroi che protegge il mondo dalla Gekko, un’organizzazione malvagia che ha il classico obiettivo di dominare il mondo.

E se…a questa lotta si aggiungesse un pizzico di romance? Ecco quello che succede quanto Fudo Aikawa – il giovane leader dei Gelato 5 conosciuto da tutti come Red Gelato – e Desumi Magahara – una giovane e forte combattente della Gekko temuta persino dai propri colleghi e per questo conosciuta come la Principessa della Morte – si innamorano l’uno dell’altra, iniziando anche ad uscire assieme!

Ovviamente i due non possono frequentarsi sotto la alcune del sole, in quanto genererebbero un grandissimo scandalo (insomma, il lato negativo dell’essere famosi), quindi si vedono cercando di nascondersi da occhi indiscreti.

La cosa divertente è che gli elementi romantici tra i due non intralciano per niente le battaglie tra le due fazioni, visto che i due le usano furbamente per organizzare i loro vari appuntamenti, scambiandosi inconsciamente informazioni importanti che potrebbero essere usate da una fazione per distruggere interamente l’altra e facendo finta di lottare fino alla morte davanti ai propri alleati per poi appartarsi e fare tutt’altro. Di fatto le battaglie passano in secondo piano, almeno dal loro punto di vista, e la maggior parte del “lavoro sporco” viene lasciato agli altri membri dei rispettivi team. Anche se le battaglie non sono centrali, i personaggi delle due organizzazioni hanno comunque il loro spazio e non sono solo delle macchiette presenti solo per fare numero.

Ovviamente nei primi due volumi non conosciamo per bene tutto il cast di personaggi secondari, ma quelli di cui impariamo più cose presentano un sacco di atteggiamenti che li rendono abbastanza unici nel cuore della serie, tanto che starebbero bene in quelle serie sentai più meme, come le recenti Mashin Sentai Kiramager e Kikai Sentai Zenkaiger. La narrazione vanta anche la presenza di un narratore non onnipresente, che si palesa solamente in determinati momenti per fare il punto della situazione e di cui ci vien fatto percepire come “urli” letteralmente quello che vuole dire grazie ai baloon dai contorni a spigoli e ai punti esclamativi che concludono le sue frasi.

L’umorismo e la leggerezza la fanno sicuramente da padrone, anche se non mancano brevi momenti più seri dedicati alla psiche dei personaggi o dove sembra che stia per accadere qualcosa che possa minacciare la relazione tra i due. Impossibile poi non rimanere sentimentalmente coinvolti in alcune scene che ti stampano un sorriso sulle labbra, dove vediamo timidi sviluppi romantici, visto che di fatto entrambi sono novizi nel mondo dell’amore.

Non lasciatevi trascinare troppo dal setting molto “sentai/power rangers”. Da un lato questo potrebbe non essere compreso da tutti, dall’altro chi lo apprezza troverebbe senza dubbio pane per i suoi denti, ma a prescindere esso non racchiude al suo interno tutta l’indole comica della serie, ne tanto meno rappresenta un elemento capace di incidere in maniera determinante sulla lettura. In questo senso la serie è molto simile a Miss Kuroitsu of the Monster Development Department, anch’essa una commedia che fa da parodia alle serie tokusatsu (ancora inedita in Italia).

I capitoli non sono neanche troppo lunghi: durano una ventina di pagine l’uno (tranne il primo, che dura il doppio) e sono facilmente digeribili. A livello di disegni l’opera è molto curata, e il tratto di Wakamatsu varia da facce stilizzate o dalle espressioni distorte nelle scene più comiche a ottime scene che prendono o una pagina intera o due pagine (come una particolare scena a fine volume uno che evitiamo di anticiparvi per non fare spoiler).

L’edizione J-POP non è troppo diversa da quelle degli altri manga che ha portato in passato, con sovraccoperta e un prezzo di 6,50 euro. Le pagine non sono troppo trasparenti, anche se in alcune capita di vedere quello che c’è dietro.

Conclusione

Love After World Domination è una commedia romantica molto divertente, che strizza l’occhio alle serie Super Sentai. Non è una lettura assolutamente complicata, e la storia d’amore tra Desumi e Fudo ha tutte le carte in tavola per incidere un bel sorriso sulle vostre labbra. Anche i personaggi secondari, dalle personalità simpatiche, troveranno il loro momento per brillare. Potete acquistare i primi due volumi qui e qui.

Dopo aver letto il manga, fate un salto a vedere anche l’adattamento anime su Crunchyroll, di cui sono usciti solamente quattro episodi e quindi potete tronare in pari!

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi