Dr Commodore
LIVE

Nest Aware: Google ridisegna la videosorveglianza

Da sempre Google si pone in una posizione avanguardistica rispetto al mercato: dapprima nel 2013 con il progetto glass, tristemente naufragato sul versante “civile” nel 2016, poi nel 2019 con Stadia, che ha reinventato il modo di giocare in cloud e, adesso, con il servizio Nest Aware, che sembra capace di poter ridisegnare il concetto di videosorveglianza.

Prima di passare all’esame di questo abbonamento, è necessario premettere che questo fa parte della linea “Nest” di Google: una serie di prodotti, come telecamere, rilevatori di fumo o smart speakers, pensati per la domotizzazione della propria casa. Da ciò consegue che il servizio è compatibile solo con questi prodotti.

Cosa offre Nest Aware?

Il servizio offerto da Google presenta numerosi punti di forza. Uno dei più importanti è sicuramente la cronologia video: di regola, per le telecamere della serie “Nest”, è possibile consultare solo le ultime 3 ore di registrazione; con Nest Aware la cronologia è estesa a 30 giorni. Qualora invece si sottoscriva l’abbonamento “plus” il periodo di visione sale a 60 giorni ed inoltre si può accedere alla registrazione completa dei 10 giorni precedenti.

Nest Aware Google

Quest’ultima funzione, sfortunatamente, non è supportata da tutti i dispositivi, specialmente per quelli che sono alimentati a batteria (come Nest Doorbell).

Altra importante caratteristica è il riconoscimento facciale: le telecamere Nest, specie quelle di ultima generazione, sono progettate per distinguere gli animali dalle persone e per inviare una notifica ogni volta che queste sono rilevate. Con Nest Aware, invece, sarà possibile riconoscere i volti di parenti ed amici e personalizzare le notifiche da inviare.

Per fare un esempio che chiarirà meglio le cose: non sarà più una “persona” ad essere arrivata sulla porta, bensì “Marco”, “Claudia”, “Michele” e via discorrendo.

Ultimo ma non ultimo, il servizio di Google fa partire un messaggio di allarme, da tutti gli altoparlanti collegati, qualora un rilevatore di fumo accerti la presenza o di fumo o di monossido di carbonio.

Google nest aware

LEGGI ANCHE: Google Maps, arrestato un latitante italiano in Spagna grazie a Street View

Quanto costa il servizio?

Nest Aware prevede una tariffa base e una plus: il costo dell’abbonamento base corrisponde a 5€ al mese (o 50€ in caso di abbonamento annuale), quello della versione plus 10€ al mese (100€ per l’annuale). In entrambi i casi non c’è limite al numero dei dispositivi collegati.

Da ultimo, Google permette all’utente di usufruire di un periodo di prova gratuito della durata di 30 giorni. È possibile attivarlo dal momento in cui si collega il primo dispositivo compatibile.

E voi, che ne pensate? Vi sembra che il prezzo giustifichi i servizi offerti, oppure no?

Fonte: Google

Articoli correlati

Condividi