Dr Commodore
LIVE

Vodafone alza la soglia per i pacchetti con GB infiniti

Vodafone è nota al pubblico per promuovere dei piani con un traffico dati illimitato. In realtà i giga offerti dall’operatore sono tutt’altro che illimitati: questi infatti sono subordinati ai limiti di uso lecito e corretto contenuti nelle condizioni generali di contratto.

In parole povere, l’operatore telefonico pone una soglia oltre cui considera illecito l’uso del traffico dati; superato questo limite infatti Vodafone rallenterà o interromperà la fornitura (dipende dal numero e dalla gravità delle violazioni).

Fino ad ora, la soglia limite corrispondeva al doppio del consumo medio mensile dell’utenza che ha sottoscritto un piano con traffico internet illimitato; la violazione poteva essere opposta solo quando l’utente violava contestualmente dei parametri, elencati dalle condizioni generali (alcuni esempi possono essere l’utilizzo prevalente della funzione di hotspot, il consumo massiccio di prodotti audiovisivi o un forte traffico in upload).

Nel mese di novembre 2021 la Vodafone ha però modificato questo aspetto, introducendo una disciplina denominata Fair Usage Policy (FUP), che ha sostanzialmente aumentato la soglia massima di traffico dati.

LEGGI ANCHE: Vodafone UK: si ritorna al roaming a pagamento

Vodafone UK Roaming Pagamento

La modifica delle condizioni generali Vodafone

Prima di passare a parlare delle nuove condizioni, è necessario premettere che queste regole saranno applicate solo per i piani con giga illimitati sottoscritti a partire da Novembre 2021 (mese di entrata in vigore della modifica), per tutti gli altri abbonati continueranno a valere le regole sopra esposte.

La modifica aumenta sensibilmente la soglia di traffico massimo “lecita e corretta”, che adesso corrisponde “a 5 volte il traffico medio dell’utenza che ha sottoscritto offerte omogenee o analoghe“.
Che cosa intende Vodafone in sostanza? Secondo studi statistici, in Italia, il consumo medio mensile di traffico internet si aggira intorno ai 25 Giga, di conseguenza il consumo massimo consentito da Vodafone corrisponde di fatto a circa 125 Giga al mese (contro i 50 Giga concessi dalle vecchie condizioni).

Vodafone inoltre invierà un avviso al raggiungimento dell’80% del traffico massimo consentito (100 Giga); un secondo messaggio sarà inoltrato se l’utente avrà superato la soglia massima consentita (125 Giga per l’appunto) nel mese successivo al primo avviso.
In caso poi di una terza violazione l’operatore invierà un ultimo SMS che informerà l’utente del rallentamento del traffico internet (a 600 Kb) per tutto il mese successivo.

Fonti: Vodafone.it, Mondomobileweb.it

Articoli correlati

Condividi