Dr Commodore
LIVE

Alcor, la compagnia che permette di congelare il proprio corpo a 660$ l’anno

Negli Stati Uniti, un’azienda permette a chiunque lo desideri di criogenizzare il proprio corpo post mortem in attesa di una data futura a propria scelta.

Sembra l’incipit della trama di un film di serie B, ma in realtà si tratta del servizio offerto dalla Alcor, azienda statunitense specializzata in criopreservazione e attiva da quasi cinquant’anni situata a Scottsdale, in Arizona, che ha recentemente deciso di offrire questo servizio al pubblico.

Nonostante la crionica sia un campo medico visto spesso con diffidenza e scetticismo da una porzione della comunità scientifica, la Alcor crede molto fermamente in tale pratica e gli scienziati che lavorano al progetto sono del tutto convinti che essa possa essere considerata uno strumento complementare e supplementare alla medicina tradizionale.

Ma come funziona la criopreservazione del corpo alla Alcor?

Fry dentro una capsula criogenica viaggia fino all'anno 3000

Per criopreservazione s’intende la pratica di preservare la vita “mettendo in pausa” il processo di morte dell’organismo mediante l’utilizzo di temperature bassissime (nello specifico, parliamo di temperature al di sotto dei 196 C°) con l’intento di ripristinarne le funzioni vitali in futuro e permettendo dunque, per esempio, di curare malattie o effettuare interventi chirurgici impossibili da portare a termine nel presente per via degli attuali limiti tecnologici.

Ed è qui che si inserisce prepotentemente il progetto della Alcor; all’interno delle loro strutture dotate delle ultime tecnologie in campo medico è possibile farsi congelare a tempo indefinito, con la certezza di essere costantemente seguiti e monitorati da una equipe di specialisti che faranno tutto ciò che è necessario per preservare funzioni vitali e cognitive fino al tuo risveglio.

Il tutto è naturalmente possibile mediante il pagamento di una somma, che può variare in base al numero dei membri della famiglia da criopreservare (partendo da un costo mensile di 55$, dovranno essere pagati altri 33$ per ogni ulteriore adulto e altri 8$ per ogni bambino), più eventuali spese di assicurazione che vanno dai 25$ agli 800$ al mese.

Persino uno dei fondatori della compagnia, Fred Chamberlain, è attualmente criopreservato presso una delle strutture della Alcor e mentre ci interroghiamo se valga la pena di spendere una tale cifra senza aver modo di sapere cosa potrebbe accadere e soprattutto se tale pratica sia o non sia moralmente accettabile, ci diamo appuntamento all’anno 3000.

Voi cosa ne pensate? Ne aveste la possibilità, scegliereste questa via? Fatecelo sapere con un commento.

FONTE: ALCOR – Sito web ufficiale

Articoli correlati

Condividi