Dr Commodore
LIVE

McDonalds e Ramadan: come pubblicizzare il cibo senza mostrarlo?

Durante il periodo del Ramadan dell’anno scorso, il McDonalds ha escogitato un geniale modo per pubblicizzarsi senza offendere le persone di fede musulmana.

Il Ramadan è un periodo della durata di un mese in cui si pratica il digiuno (Sawm), quindi le aziende alimentari devono evitare di mostrare cibo nelle loro pubblicità per non indurre le persone in tentazione. Per pubblicizzarsi senza mostrare cibo, quindi, la catena di fast food ha ideato al Virtual Ramandan Hourglass, ossia una clessidra virtuale di una serie di cartelloni che mostra l’orario in cui le persone possono mangiare durante il mese sacro della religione islamica. Per riempire le sagome di sabbia ci volevano esattamente 12 ore.

Durante il Ramadan i musulmani digiunano dall’alba al tramonto, e possono mangiare la sera nel pasto chiamato ifṭār (إفطا), dopo la preghiera del tramonto (salat al-Maghrib). All’ifṭār si ispira il secondo nome di quest’orologio virtuale: Iftar Sand Clock. La clessidra ha tre varianti: una con la parte inferiore a forma di Big Mac, una a forma di cestino di patatine fritte McFries e una a forma di McSundae, i tre prodotti più riconoscibili e famosi della catena di fast food.

McDonalds

La clessidra è stata anche mostrata nelle storie di Instagram, dove al termine dello scorrere della sabbia venivano regalati degli speciali codici promozionali.

La campagna pubblicitaria è stata ideata dall’agenzia Leo Burnett ME, con la collaborazione del chief creative officer Mohammed Bahmishan, che ha lavorato assieme a Saadi Alkoutali e Mohammed Sehly (direttori creativi).

Mesi fa al McDonalds hanno avuto un’altra idea geniale: il giveaway un dualsense per la PlayStation 5 della catena di fast food, con disegni ispirati alle McFries e agli hamburger. Purtroppo la distribuzione dei 50 controller è stata interrotta dalla Sony, che non aveva dato il permesso alla catena di creare una propria versione del controller della console di nuova generazione.

Negli ultimi mesi i fast food sono stati presi d’assalto anche per gli Happy Meal per il venticinquesimo anniversario di Pokémon, con persone che ne ordinavano un sacco solo per mettere le loro mani sulle speciali carte, lasciando all’asciutto molti altri clienti. Ad agosto questi happy meal sono approdati anche in Italia. Anni fa, inoltre, è stato creato un anime con protagoniste due dipendenti del McDonalds per pubblicizzare la catena di fast food in Giappone.

Avevate già sentito parlare di questa speciale campagna pubblicitaria? Quali sono le vostre opinioni in merito? Scrivetecelo nei commenti!

Fonti: 1 | 2 | 3.

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi