Dr Commodore
LIVE

Jamie Lee Curtis su Una poltrona per due: «Mi mostrano nuda in tv? Evviva.»

Jamie Lee Curtis, attualmente a Venezia per la Mostra del Cinema dove ha ricevuto il Leone d’oro alla carriera e ha presentato Halloween Kills, il nuovo capitolo del popolare franchise di film horror è stata raggiunta dai cronisti che le hanno raccontato una particolarità tutta italiana.

L’attrice è infatti nota al pubblico italiano per la sua partecipazione al film del 1983 Una poltrona per due, di John Landis in cui interpreta una giovane prostituta, assieme a Dan Aykroyd e Eddie Murphy.

Il Film è diventato una tradizione natalizia in Italia, andando in onda tutti gli anni il giorno della Vigilia.

una poltrona per due

Jamie Lee Curtis e la scena di nudo in Una poltrona per due

All’attrice è stato quindi raccontato questo fatto e lei ne è rimasta molto entusiasta, nonostante in quel film, che appartiene alla sua gioventù, ci sia una scena in cui appare in topless.

Jamie Lee Curtis ha così commentato:

Quindi mi mostrano nuda in tv? Evviva. State mantenendo in vita il mio seno dei ventun anni. La bellezza non è stata il centro della mia vita, ci ho giocato per un secondo, era ciò che mi era chiesto. Ma ho fatto un viaggio ben più profondo. E ora sono qui a godermi ogni momento, come la brezza di questa giornata.

Una poltrona per due, la trama del film

Louis Winthorpe III è un altezzoso agente di cambio della “Filadelfia bene” la cui vita trascorre tra l’appagante lavoro, lo svago con gli altolocati amici, l’amore della bella ma superficiale Penelope e i servigi del fedele maggiordomo Coleman, l’unica persona di buon cuore che anima la sua quotidianità. Billie Ray Valentine è invece un senzatetto insolente e imbroglione che mendica spacciandosi per un veterano del Vietnam.

Le vite dei due si incrociano casualmente durante la vigilia di Natale in seguito a uno scontro in strada: Louis crede di essere aggredito e chiede l’intervento della polizia, che arresta un incredulo Billie Ray. All’episodio assistono gli avari datori di lavoro di Louis, i fratelli Mortimer e Randolph Duke, e da ciò nasce una disputa tra i due circa le motivazioni che spingono un individuo alla criminalità o al successo: Mortimer sostiene che alcuni siano geneticamente predisposti alla delinquenza o al successo mentre Randolph è convinto che sia l’ambiente nel quale si cresce a determinare l’agire di una persona.

Per verificare le rispettive tesi decidono, a fronte di una scommessa di un solo dollaro, di scambiare le vite di Louis e Valentine con la complicità di un influente e corrotto funzionario del governo, Clarence Beeks, e di un riluttante Coleman.

Cosa ne pensate di queste dichiarazioni? Guardate ogni anno Una poltrona per due la Vigilia di Natale? Ditecelo nei commenti!

FONTE

Articoli correlati

Gabriele Pati

Gabriele Pati

Cresciuto con libri di cibernetica, insalate di matematica e una massiccia dose di cinema e tv, nel tempo libero studia ingegneria, pratica sport e cerca nuovi modi per conquistare il mondo. Vanta il poco invidiabile record di essere stato uno dei primi con un account Netflix attivo alla mezzanotte del 22 ottobre 2015.

Condividi