Dr Commodore
LIVE

Quanto ha guadagnato Scarlett Johansson con il film Black Widow?

La battaglia tra Scarlett Johansson e la Disney non è ancora giunta al termine: l’attrice ha citato in giudizio la multinazionale per aver distribuito Black Widow sulla piattaforma Disney + quasi in contemporanea con l’uscita in sala del film.

Secondo la Johansson e i suoi avvocati, l’uscita quasi in contemporanea del film sulla piattaforma streaming avrebbe portato ad un calo netto sul suo guadagno, portandola ad una somma inferiore a quella che avrebbe dovuto percepire. 

La nostra Vedova Nera però, non è l’unica ad aver indotto una battaglia legale contro la grande casa di Topolino, Emma Stone infatti, secondo alcune fonti vicine all’attrice, starebbe valutando l’idea di denunciare la Disney per lo stesso motivo, con lei anche Emily Blunt e The Rock per il loro ultimo film “Jungle Cruise”. Ma quanto ha guadagnato Scarlett Johansson dal film Black Widow?

scarlett johansson

Black Widow è un film del 2021 diretto da Cate Shortland ed è basato sul personaggio di Natasha Romanoff dei fumetti Marvel, il film è prodotto dai Marvel Studios ed è distribuito dai Walt Disney Studios Motion Pictures. E’ la ventiquattresima pellicola del Marvel Cinematic Universe e la prima della cosiddetta “Fase Quattro”. 

Dopo una lunga attesa e vari cambi di data a causa delle molte interruzioni per il COVID-19, il film è uscito nelle sale il 7 luglio e su Disney +, il 9 luglio 2021. 

La pellicola che ha visto protagonista Scarlett Johansson è solo una delle tante che ha subito svariati cambiamenti e interruzioni causati dalla pandemia globale che ha colpito in particolar modo il settore cinematografico, mettendo in ginocchio registi, produttori, attori e tutte le persone che lavorano all’interno di questo ramo. 

Il film ha incassato all’11 agosto 2021, un totale di 175 777 006 $ in Nord America e 185 400 000 $ nel resto del mondo, per un incasso complessivo di 361 177 006 $, a fronte di un budget di produzione di $200 milioni. 

Scarlett Johansson ha ricavato dall’incasso complessivo, una cifra base pari a 20 milioni di dollari, 50 milioni in meno rispetto a quelli che avrebbe dovuto guadagnare con l’uscita esclusiva nelle sale. La Disney ha guadagnato un’ ulteriore somma di 60 milioni grazie alla piattaforma e agli abbonati che hanno acquistato il film con l’ “Accesso Vip” alla modesta somma di $ 30 (in Italia € 21,99). 

Il guadagno complessivo di Black Widow, come tutti gli altri film targati Marvel e non solo, si basa sull’incasso al botteghino e permette agli attori di beneficiare di una percentuale tratta proprio da quel guadagno; con l’uscita quasi simultanea del film anche sulla piattaforma, gran parte degli utenti hanno preferito acquistare il film e guardarlo comodamente a casa. 

Il capo consigliere della Marvel, David Galluzzi, ha assicurato a Scarlett Johansson e al suo team all’inizio del 2019 che il film sarebbe stato distribuito in esclusiva nelle sale e non sarebbe stato trasmesso online, secondo un’e-mail diffusa e adesso inclusa nella causa.

La risposta della Disney alle accuse di Scarlett Johansson

Il capo della Disney, Bob Chapek, secondo quanto riferito ha parlato con investitori e analisti durante una chiamata sugli utili giovedì, dove ha affrontato i piani di doppia distribuzione della Disney, che prevedono il rilascio di film nelle sale e su Disney+ nello stesso momento o a breve distanza di tempo.

Questo modello di rilascio è stato uno dei motivi per cui Scarlett Johansson ha incentrato la sua causa dopo che il film Black Widow ha perso una quota significativa sui guadagni dopo il suo debutto. L’attrice ha affermato nella causa che il rilascio su entrambe le piattaforme era una violazione del contratto.

Ha anche detto che durante i piani iniziali dello studio di rilasciare film nelle sale ancora una volta, “non prevedevano la rinascita dopo il COVID”.

Chapek ha affermato che lui e l’ex CEO della Disney Bob Iger, che ora è il presidente del consiglio di amministrazione dello studio, hanno stabilito che la distribuzione ibrida “era la strategia giusta per consentirci di raggiungere il pubblico più ampio possibile” durante la pandemia. Ha anche spiegato che la strategia sarebbe stata un’opzione praticabile per lo studio in futuro: “Le decisioni sulla distribuzione vengono prese film per film”, ha detto Chapek, “continueremo a utilizzare tutte le opzioni in futuro”.

Anche John Berlinski, l’avvocato di Scarlett, ha rilasciato una dichiarazione: 

“Non è un segreto che la Disney stia rilasciando film come  Black Widow  direttamente su Disney+ per aumentare gli abbonati e quindi aumentare il prezzo delle azioni della società – e che si nasconda dietro il COVID-19. come pretesto per farlo, ma ignorare i contratti degli artisti responsabili del successo dei suoi film a favore di questa strategia miope viola i loro diritti e non vediamo l’ora di dimostrarlo in tribunale”, continua la dichiarazione. “Questo non sarà sicuramente l’ultimo caso in cui il talento di Hollywood si oppone alla Disney e chiarisce che, qualunque cosa la società possa fingere, ha l’obbligo legale di onorare i suoi contratti”.

La causa contro la multinazionale verrà portata in tribunale da Scarlett Johansson e dalla sua squadra di avvocati.

FONTE: Deadline

Articoli correlati

Cristina Nifosi

Cristina Nifosi

Cristina, 24. Ho una crush infinita per Chris Evans.

Condividi