Dr Commodore
LIVE

Akira, il film bandito in Russia per “proteggere la salute mentale dei bambini”

Dopo Death Note e gli Isekai arriva un nuovo ban in Russia: Akira, il celebre film cyberpunk di Katsuhiro Otomo, è stato bandito perché danneggia la salute mentale dei più piccoli. 

La Russia è ancora una volta al centro della polemica per una nuova censura imposta su un film d’animazione, stavolta molto popolare e ritenuto uno dei capisaldi del genere cyberpunk oltre che dell’animazione giapponese in generale. 

Non è passato molto tempo da quando vi abbiamo parlato del ban deciso dal governo russo nei confronti di diversi anime di genere Isekai, accusati di spingere i ragazzi a credere nella reincarnazione e a portarli ad estraniarsi dal mondo reale, ritenendo quello di finzione un posto migliore. Ancora prima, però, serie come Death Note e Tokyo Ghoul erano state bandite dalla corte di San Pietroburgo con l’accusa di essere “troppo violenti”

La notizia di oggi, però, stupisce ancora più delle precedenti: il Tribunale di San Pietroburgo ha infatti deciso di vietare la distribuzione di Akira, film d’anizione del 1988 di Katsuhiro Otomo e caposaldo del genere cyberpunk, perché “può essere dannoso per la salute e lo sviluppo mentale dei bambini”.

Akira

Il comunicato della corte prosegue così: 

“Nei centri di ricerca (nota: nel film di Akira) si effettuano esperimenti parapsicologici sulle persone per sviluppare delle armi perfette. E vi è anche un culto simil-religioso di un superuomo di nome Akira il cui arrivo, presumibilmente, risolverà tutti i problemi del Giappone. Ciò può essere dannoso per la salute e lo sviluppo mentale dei bambini.”

Non possiamo non considerare questa dichiarazione un’esagerazione, così come le precedenti. Il manga di Akira, lo ricordiamo, è attualmente pubblicato da Planet Manga che ne ha da poco una ri-edizione della quale abbiamo parlato in un articolo apposito

Cosa ne pensate voi Commodoriani della decisione del governo russo? Fatecelo sapere con un commento!

Fonte

Articoli correlati

Daniela Reina

Daniela Reina

Studentessa, nel tempo libero viaggia attraverso tempo, spazio e mondi di fantasia in compagnia di qualche buona lettura o serie. Il suo manga preferito è Berserk, l'anime Neon Genesis Evangelion.

Condividi