Dr Commodore
LIVE

Mangamura: 3 anni di prigione per il proprietario del sito di scan illegali

Il tribunale di Fukuoka ha emesso al sentenza per il proprietario del sito di scan Mangamura

Il tribunale di Fukuoka ha dichiarato Romi Hoshino aka Zakay Romi, proprietario del sito di scan illegali Mangamura, colpevole del reato di infrazione di copyright ed è stato condannato a 3 anni di reclusione. Secondo il procuratore, l’imputato avrebbe dovuto essere condannato a 54 mesi di reclusione invece che 36 mesi.

Il ragazzo dovrà inoltre pagare due multe: una di 10 milioni di yen, e un’altra di 62 milioni di yen (quest’ultima basata sui soldi guadagnati con il sito e  depositati in un conto bancario estero).

L’avvocato di Hoshino ha comunque richiesto al tribunale la sentenza sospesa, dichiarando che le sue attività non erano sbagliate visto che buona parte delle scan di manga presenti su Mangamura erano presenti anche su altri siti.

In seguito al processo, un rappresentate della Shueisha ha tenuto una conferenza nel quale ha dichiarato che secondo lui la sentenza è appropriata, e spera che quest’episodio possa fare da deterrente per altri siti di scan. A questo ha aggiunto che: “Se le opere realizzate dagli autori che si sono impegnati tanto per crearle venissero date via gratis, danneggerebbe le fondamenta per la creazione di opere interessanti“.

Leggi anche Ragazza scopre che il padre è l’autore del suo manga erotico preferito: il tweet virale

Mangamura è stato aperto nel 2016, e tra le scan presenti nel sito c’erano quelle di One Piece e Kingdom. Nel 2017 il sito è stato denunciato alle autorità da varie case editrici, tra le quali la Kodansha. Le indagini della polizia sul sito sono iniziate nel maggio 2018, un mese dopo la chiusura del sito. Nello stesso periodo, Hoshino è fuggito nelle Filippine, dove poi è stato arrestato dalle autorità locali l’anno successivo. Verso la fine del2019 è stato estradato in Giappone.

Oltre a lui sono stati arrestati i complici Wataru Adachi, Kōta Fujisaki e Shiho Itō. Fujisaki ha dichiarato subito la sua colpevolezza, mentre la Itō si era dichiarata innocente.

Secondo la CODA (Content Overseas Distribution Association), Mangamura è stato visitato dagli utenti 620 milioni di volte tra il settembre 2017 e il febbraio 2018.

Fonti: 1 | 2.

Articoli correlati

Yoel Carlos Schincaglia

Yoel Carlos Schincaglia

Nato il 14 febbraio 1997. Mi piacciono molto gli anime e credo nella canzone che ho nel cuore.

Condividi