Dr Commodore
LIVE

One Piece 1014: Il segreto di Kaido

Grandi conti in sospeso e nuove importanti domande in One Piece 1014. Cosa nasconde Kaido?

Il capitolo 1014 di One Piece è stato ricco di avvenimenti e importanti colpi di scena.
Oltre a portare avanti alcuni momenti topici della battaglia, questo capitolo ha fatto sì che i lettori si ponessero nuovi interrogativi di diversa natura, andando a rendere se possibile ancora più intricato il già complesso puzzle di Wano.

Se da un lato infatti il combattimento principale tra Kaido e Rufy è stato interrotto a causa della momentanea sconfitta di Cappello di Paglia, dall’altro lato gli scontri hanno imperversato aumentando d’intensità e raggiungendo nuovi picchi di brutalità.

Kinemon, Kiku, Kanjuro chiudono il capitolo con un’apparente dipartita, mentre Momonosuke lentamente incomincia ad attirare a sé l’attenzione dei lettori per ciò che gli capita e ciò di cui viene a sapere tramite il diario.

La questione Joy Boy

Rufy Cappello di Paglia cade rovinosamente nell’oceano, mentre Kaido, dall’alto di Onigashima, lo osserva precipitare.

“Alla fine, nemmeno tu sei riuscito a diventare Joy Boy”.

Con queste parole, l’Imperatore sancisce la chiusura del duello, certo della propria vittoria contro il ragazzino che ha osato sfidarlo.
Da lettori, possiamo solo immaginare quanto importanti suonino quelle parole, come se Kaido sapesse qualcosa, come se stesse aspettando qualcuno.

Non è la prima volta che sentiamo discorsi simili: lo stesso Oden parlò del ritorno di Joy Boy.
Parole criptiche, se consideriamo che costui fu un uomo vissuto durante il Secolo Buio, possessore oltretutto del famoso tesoro di Gold Roger, lo One Piece.

È molto probabile che attorno a Joy Boy ruotino alcuni dei più grandi misteri del manga, e ora sappiamo anche che qualcuno un giorno potrebbe “diventare” lui, come se in qualche modo si reincarnasse.

Non sappiamo se questo ritorno debba considerarsi in senso fisico o astratto, se cioè inteso come una sorta di resurrezione, oppure come un insieme di valori condivisi e portati avanti da qualcun altro.
In entrambi i casi, è chiaro che Kaido stia aspettando questo qualcuno.

Kaido

Ma come sarà venuto a conoscenza della sua esistenza?
Leggendo il diario di Kozuki Oden? Parlando con Roger? Oppure per mezzo di Rocks D. Xebec, il suo capitano d’un tempo?

Lo stesso Gold Roger asserì che gli sarebbe piaciuto vivere nell’epoca di Joy Boy, ammettendo che il viaggio della sua ciurma si fosse compiuto “troppo presto”.
Barbabianca stesso a Marineford, riferendosi a Teach, disse che non era lui l’uomo che Roger stesse aspettando.
Ciò significa che non solo Kaido, ma anche lo stesso Newgate era in qualche modo consapevole di questa venuta.

Considerando comunque che Kaido all’epoca faceva parte di una ciurma nemica a quella di Gold Roger, è plausibile immaginare che non sia stato il Re dei Pirati a parlare di questo segreto.

Allo stesso tempo, perché mai Oden avrebbe dovuto tramandare tramite il diario un’informazione su Joy Boy così importante, rischiando che finisse nelle mani sbagliate?
Resta dunque solo un’opzione, quella più probabile: Xebec.

L’allora capitano della ciurma più temibile al mondo potrebbe avere scoperto molto sulla storia del mondo, prima di affrontare la sua ultima battaglia contro Roger e Garp, e in quest’occasione potrebbe aver svelato certi dettagli all’intera sua ciurma, Kaido compreso.

Questo potrebbe essere un motivo più che plausibile per aprire le porte ad un eventuale approfondimento e flashback sull’Imperatore, nonché sui pirati Rocks in generale, per il momento solamente accennati in pochi capitoli al Quartier Generale della Marina.

In qualche modo comunque, stando alle parole di Kaido, sembrerebbe che diventare Joy Boy possa in qualche modo avere a che fare con la sua stessa sconfitta, come se si trattasse di una questione di forza.
Sottolineare che nemmeno Rufy sia riuscito nell’intento infatti comporta in automatico scoprire che molti altri prima di lui ci abbiano provato, senza riuscirvi.

Unendo i puntini, potremmo ipotizzare che diventare Joy Boy possa c’entrare con il riuscire a liberare il paese di Wano, portando dunque la Nazione a vedere l’alba del mondo, proprio come sognava Pedro.
Se così fosse, chiaramente Rufy avrebbe bisogno di passare attraverso Kaido, che a questo punto diventerebbe una sorta di ostacolo premeditato, un qualcosa da dover abbattere e superare.

In qualche modo, è come se Kaido stesse davvero aspettando che ciò accada, e che in fondo egli desiderasse misurarsi contro qualcuno con le proprie capacità in grado di sconfiggerlo.
Spesso dall’inizio della saga si è parlato della chiusura di Wano: perché un tempo qualcuno sentì l’esigenza di chiudere la Nazione al resto del mondo? Cosa accadrebbe se un giorno Wano dovesse venire aperta?
Forse, Kaido potrebbe conoscere tutte queste risposte.

Il mistero di Momonosuke

Nel commento al capitolo 1007, abbiamo notato quanto Momonosuke sottolineasse ripetutamente la propria inutilità sul campo di battaglia, continuando a struggersi per dover vivere una vita all’ombra di Kozuki Oden.

Col tempo, questo fattore non ha fatto altro che ampliarsi, esplodendo tutto insieme nel capitolo 1014 in ben due momenti distinti.
È naturale che Eiichiro Oda abbia in serbo dei progetti per il futuro shogun di Wano: figlio di Oden, Kozuki di nascita, un bambino di soli 8 anni in grado però di comandare l’enorme Zunisha, impartendogli un ordine di attacco contro Jack.

Proprio come allora, Momonosuke torna ad avere forti emicranie e a sentire una voce nella propria testa.
Qualcuno ha ipotizzato che possa trattarsi nuovamente dell’enorme elefante, considerate le notevoli similitudini tra le due situazioni, ma questo non spiegherebbe il motivo per il quale Momo non riesca a riconoscerlo. 

Oltretutto, è interessante notare i tempi tecnici in cui viene fatta accadere la cosa: Momonosuke sente una voce e ha mal di testa un istante dopo rispetto alla lettura del diario: Che possa esserci stata una correlazione?

One Piece 1014

Le teorie al riguardo viaggiano in ogni direzione.
Il fatto che il piccolo Momo sia in grado di comandare un essere millenario come Zunisha ha suggerito a molti la possibilità che egli possa essere Uranus, la terza arma ancestrale di cui non si sa nulla, ma si tratterebbe in quel caso di un’arma veramente molto specifica.

Mentre infatti Poseidon ha la capacità di governare su tutti i Re del Mare, Momonosuke sarebbe invece in grado di sentire e dare ordini solamente ad un unico essere.
Difficile credere che il potere di un’arma in grado di distruggere il mondo possa essere così limitante.

Inoltre, va ricordata la capacità di sentire “la voce delle cose”, abilità posseduta anche dal padre.
Potrebbe dunque essere possibile che nessun elefante gigante si stia dirigendo a Wano, ma che Momo abbia solamente percepito una voce proveniente dal diario che teneva in mano.

In ogni caso, la possibilità che il bambino possa rivelarsi risolutivo in questa battaglia è molto alta.
In qualche maniera, Oda sta pianificando di dargli sempre più spessore, sia in termini di abilità particolari che ai fini della trama.

Difatti, rivolgendosi a Shinobu, Momonosuke asserisce di non poter morire.
È probabile che con questo si intenda non tanto una impossibilità, quanto una speranza, quasi come se vivere per lui diventasse un dovere.
Nel diario potrebbero esserci descritti segreti legati alla famiglia Kozuki e all’importanza che questa ricoprirebbe per Wano se non addirittura per il mondo intero.

Se per esempio dovesse essere Momonosuke il nuovo Joy Boy? Un discendente di un popolo con legami antichi con la nazione di Wano, dinastia che scolpì i Poignee Griffe, in grado di governare un essere leggendario come Zunisha e capace di condurre Wano all’alba del mondo.

Ammettiamo che è un’ipotesi azzardata, ma è sotto l’evidenza di tutti l’importanza che Momonosuke sta assumendo all’interno dell’intera opera.
E voi Commodoriani cosa vi aspettare dal piccolo Momonosuke? Uranus? Zunisha? Altri mostri leggendari sotto il suo comando?
Fateci sapere la vostra.

Momonosuke Kozuki

La grande sconfitta

Prima di salutarci, dedichiamo un istante a soffermarci sulla parte finale del capitolo 1014.
Ci troviamo finalmente a un bivio.
Ora le cose stanno prendendo una brutta piega, con Rufy sconfitto e Kinemon, Kanjuro e Kiku potenzialmente morti. Ma sarà davvero così?

Nel commento al capitolo 1008 ci siamo soffermati sulle non morti dei personaggi, difetto ricorrente in One Piece.
Oggi, nel 1014, ci troviamo nuovamente a chiederci se Kanjuro possa essere stato definitivamente ucciso, questa volta con un’uscita teatrale che sancirebbe la fine del suo spettacolo.

Giunti a questo punto, non ci sarebbe nulla di male da parte di Oda a chiudere la storia del personaggio in tragedia, specie dopo avergli dedicato l’intero capitolo, titolo compreso.
Eppure, l’esperienza in One Piece insegna, e difficilmente potremo aspettarci la dipartita di chicchessia.

Kinemon vs Kanjuro

Questo discorso è chiaramente valido anche per Kiku e Kinemon, dove nel primo caso abbiamo un corpo più volte trafitto e portato al limite, sanguinante e incapace oramai di muoversi, mentre nel secondo ci troviamo dinanzi a un Kinemon sconfitto nell’animo, che ha trovato il coraggio di colpire il suo grande amico d’infanzia con tutto se stesso, ma che ora deve soccombere sotto un colpo ferocissimo di Kaido intriso di Haki del Re.

Come detto, oramai diventa impossibile capire quando Oda ha seria intenzione di uccidere qualcuno, e queste pagine non fanno eccezione, ma se vogliamo sbilanciarci, potremmo ammettere che oramai almeno Kanjuro potrebbe aver assolto alla sua funzione come personaggio.

Difficile che Oda voglia utilizzarlo ancora, un involucro vuoto non potrebbe intraprendere alcun percorso di redenzione, per cui la sua dipartita potrebbe essere la natura conseguenza di un evento a lungo atteso e che non ha possibilità d’essere evitato.
Per quanto riguarda Kinemon invece, è probabile che vivrà ancora per poter vedere con gioia sedere Momonosuke al trono di Wano, così come il resto dei Foderi Rossi al completo.

Comunque, ci troviamo al momento al punto più basso della battaglia, un vero e proprio baratro di sconfitta e disperazione, un vortice dentro cui l’intera narrazione sta precipitando.
Rufy cappello di paglia è stato sconfitto, Kinemon ha dovuto affrontare a sangue freddo il suo grande e vecchio compagno, e gli stessi Mugiwara non se la stanno passando benissimo.

L’isola di Onigashima sembra aver raggiunto Wano, per cui ora la situazione di stallo della battaglia sta per subìre un brusco terremoto.
Riusciranno i samurai ad impedire il Progetto Nuova Onigashima?
Secondo voi Commodoriani in che modo la situazione potrà risolversi?
Fateci sapere che ne pensate commentando qua sotto o nei nostri canali social!

Kiku

Vi ricordiamo che potete leggere One Piece legalmente su Manga Plus.

Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch.
Seguite inoltre le offerte del nostro shop e sul canale telegram DrCommodore Offerte

Articoli correlati

Lorenzo Suigi

Lorenzo Suigi

Appassionato fruitore di One Piece da quasi 15 anni, amo discuterne in ogni angolo del web tra forum, pagine Facebook, dirette Youtube e gruppi.

Condividi