Dr Commodore
LIVE

Dragon Quest XII: The Flames of Fate annunciato ufficialmente

Dragon Quest XII: The Flames of Fate è stato annunciato in occasione del 35° anniversario della serie

Molto probabilmente era l’annuncio in cui tutti speravano. Anzi, senza dubbio lo era. Un annuncio possibile e anche probabile sotto certi versi, ma in cui nessuno osava credere. Ma alla fine è arrivato: Dragon Quest XII è realtà!

L’annuncio del dodicesimo capitolo principale della serie creata da Yuji Horii, Koichi Sugiyama e Akira Toriyama è arrivato durante l’evento per il 35° anniversario della serie. Del resto, quale occasione migliore per farlo.

Trentacinque anni in cui la serie di Dragon Quest è riuscita a diventare un fenomeno in tutto il mondo e in Giappone un vero e proprio culto. A quattro anni dalla prima uscita del grandissimo Dragon Quest XI: Echi di un Era Perduta, è finalmente arrivato il momento di andare avanti. Ecco quindi il primo brevissimo teaser del titolo di Dragon Quest XII: The Flames of Fate.

Purtroppo abbiamo avuto solamente un teaser che mostra esclusivamente il logo del gioco e il titolo. Basandoci però su quanto detto da Yuji Horii e dal teaser, possiamo dire che il gioco avrà atmosfere molto più cupe rispetto a quanto visto in passato e sarà mediamente “più adulto”. Inoltre vi saranno dei cambiamenti nel gameplay. Ma per altre informazioni possiamo solo che attendere, sapendo però che finalmente avremo un rilascio in contemporanea mondiale.

Quando arriveranno nuove informazioni e il periodo d’uscita non lo sappiamo. Non ci resta quindi che attendere con ansia novità da Square Enix.

E voi cosa ne pensate di questo primo sguardo a Dragon Quest XII: The Flames of Fate? Siete emozionati? Volete provarlo? Fatecelo sapere come sempre lasciando un commento!

Articoli correlati

Samuel Bianchi

Samuel Bianchi

Videogiocatore svezzato dalle sapienti mani della prima Playstation e dal Sega Mega Drive, nel tempo ha sviluppato un interesse particolare per i giochi di ruolo. Cresciuto vivendo il videogioco in solitaria, ora ha un forte desiderio di analizzare il mondo videoludico con gli altri appassionati, approfondendone le capacità aggregative e comunicative, tipiche della grande arte.

Condividi